Le imprese richiedono sempre più credito

  • 18 Novembre 2016

Il numero di interrogazioni relative a richieste di valutazione e di rivalutazione dei crediti presentate dalle imprese italiane nel III trimestre del 2016 ha fatto registrare un incremento del +4,9% rispetto allo stesso trimestre 2015. Un dato che è emerso dalle analisi divulgate dal Barometro Crif sulla richiesta di credito da parte delle imprese italiane.

In questo periodo, il numero di interrogazioni da parte degli istituti di credito è il più alto in assoluto dal 2008 ad oggi, ovvero da quando Crif ha iniziato a monitorare in modo sistematico e strutturato questo indicatore. Più in generale, però, si tratta del sesto trimestre consecutivo con segno positivo, che porta la crescita cumulata nei primi 9 mesi dell’anno ad un +5,4% rispetto al corrispondente periodo dell’anno scorso.

I primi 9 mesi del 2016 hanno visto una dinamica più vivace da parte delle Società di capitali, che hanno fatto registrare un incremento del +6,4% rispetto al corrispondente periodo 2015, mentre le Imprese individuali hanno fatto segnare un più contenuto +3,9%.

Dato altrettanto significativo che emerge dall’ultimo aggiornamento del Barometro Crif è rappresentato dalla crescita dell’importo medio richiesto che si è attestato a 82.770 euro, ovvero il valore più consistente degli ultimi 3 anni. Nel complesso dei primi 9 mesi del 2016, infatti, l’importo medio delle richieste da imprese individuali e società si è attestato a 80.398 euro contro i 71.935 euro del corrispondente periodo 2015. Le imprese individuali hanno mediamente richiesto 34.372 euro a fronte dei 111.424 euro delle Società di capitale, che si caratterizzano anche per la variazione più consistente rispetto al 2015, con un eloquente +13,2%.

Trova aziende e prodotti

Video - Colorificio Veneziano

Video - NMC Italia