Colore & Hobby - Ed. 438 dicembre 2023

18 NATIVUS Quindi la vostra proposta formativa ha obiettivi ben più elevati rispetto ai parametri abituali… È vero. I Mastri Resinatori diventano parte attiva e proattiva del settore dei rivestimenti per superfici continue, professionisti a tutti gli effetti e attori di un processo squisitamente artigianale basato sul rigore dei processi industriali, su fondamenti sistematici e orientato al raggiungimento dei massimi risultati di qualità. Inoltre, un Mastro Resinatore Nativus è un elemento fondamentale della filiera del comparto, riferimento diretto per l’azienda, collettore e tramite tra il mercato, gli agenti e la produzione. Entriamo nel merito del metodo formativo Nativus… Per comprendere a pieno la formazione Nativus occorre partire dal presupposto che sottende tutto il metodo: il sistema STEP. STEP è un acronimo con forte valenza intuitiva e visiva che riassume i punti chiave del processo di istruzione e apprendimento Nativus: S come sapere, T come testare, E come esprimere e P come praticare. Con il concetto di ‘Sapere’ si intende la fase di apprendimento della materia, dei prodotti, delle tecniche e delle variabili di ognuno di questi. Con il concetto ‘Testare’ si parla di esperienza e acquisizione delle competenze per mettere in opera quanto appreso e per essere in grado di affrontare ogni situazione che si possa presentare. Con il concetto di ‘Esprimere’ si entra in un ambito di marketing e comunicazione attraverso il quale il Mastro Resinatore interagisce al meglio con i clienti, valorizza la sua professionalità trasmettendo la cultura delle superfici continue Nativus. Con il concetto di ‘Praticare’ si intende, infine, la capacità di operare con competenza e concretezza. Come si articola il percorso formativo? La formazione è organizzata in sette moduli differenti che approcciano gli argomenti utili a diventare un Mastro Resinatore da un punto di vista teorico e pratico. I sette moduli sono, a loro volta, divisi in Fondamentali (due) e Avanzati (cinque). I primi riguardano lo studio degli strumenti del proprio lavoro, della valutazione dei supporti di posa, della modalità con cui svolgere un sopralluogo, della lettura di una scheda tecnica, della gestione del cliente, delle modalità costruttive e dei fondi Nativus. A corollario, sono previste prove pratica di posa per mettere in atto quanto imparato. Fin qui stiamo parlando di una formazione completa cui possono acceANDREA ARTICO, PIÙ CHE FORMATORE… UN VERO E PROPRIO TRASCINATORE! Andrea Artico ha un entusiasmo che si tocca con mano anche solo ascoltandolo parlare! La sua energia e il credo nell’Academy di cui è responsabile sono contagiosi. Racconta che da posatore -sicuramente bravo n.d.r.- ha scoperto Nativus e Nord Resine e in questa occasione gli si è aperto un mondo. “Un’azienda che studia, formula e produce i prodotti, una divisione di Ricerca e Sviluppo con dodici chimici estremamente capaci e sperimentatori era proprio la realtà che mi serviva per avere più certezze nel mio lavoro -racconta Artico-“. Dal canto loro, Mario Ongaro e Alex Caregnato non si sono lasciati sfuggire l’occasione di sceglierlo come partner nel mettere a punto il progetto Accademia. Così, dopo aver fatto, a loro volta, un percorso formativo che è andato a integrare le singole competenze già acquisite, i tre attori Nativus hanno dato vita al nuovo modello formativo per Mastri Resinatori. “Voglio offrire i migliori strumenti per consentire a chi fa questo lavoro di raggiungere la migliore professionalità possibile -spiega Artico-“. Oggi l’Academy Nativus è uno splendido esercizio di didattica, rigore, creatività e professionalizzazione. Risultato raggiunto!

RkJQdWJsaXNoZXIy MTI4NzA=