Colore & Hobby - Ed. 438 dicembre 2023

36 rapporti tra luce artificiale e colore; Sabine Cienciarelli approfondirà, invece, il prezioso connubio tra colore e medicina, in particolare il ruolo del colore nella psiconeuropsicologia e, per finire, a me spetterà il compito di analizzare gli effetti biologici della luce e del colore. Altre tematiche sono in cantiere e verranno programmate nelle prossime settimane. Nel corso dell’anno non mancherà l’esperienza sul campo, quella che nel 2023 ha permesso ai nostri studenti di visitare Pompei e il Museo Archeologico di Napoli con un approccio inconsueto e congiunto allo studio del colore: per il 2024 è previsto, come nuovo appuntamento, la visita allo straordinario borgo di San Leucio vicino a Caserta. La collaborazione con i professionisti di IACCNord America è, senza dubbio, un fiore all’occhiello: come proseguirà il prossimo anno? Abbiamo previsto un altro appuntamento con i Bemis di IACC Nord America perché riteniamo che la visione e la conoscenza del colore nella sua dimensione internazionale arriccome pensate di integrare la sua didattica? Narciso Silvestrini ha lasciato in eredità la sua profonda umanità e cultura, il suo entusiasmo e un vero patrimonio di conoscenza che sarà sempre parte fondante di ogni percorso formativo sull’argomento. I suoi assunti cardine nell’analisi del colore costituiscono le basi fondanti di chi ne vuole approfondire la conoscenza e il corretto utilizzo, per citarne alcuni, la sintesi tra le teorie di Newton e Goethe, la teorizzazione del colore sorgente e riflettente, l’analisi della dicotomia tra colore che è e colore che appare. Abbiamo avuto la fortuna di essere suoi studenti e colleghi: il nostro impegno sarà quello di onorare la sua conoscenza, tramandarla e integrarla con nuovi studi. . FORMAZIONE IACC, UN PERCORSO DI CRESCITA VIRTUOSO E NEL 2023… . Dopo il grande successo ottenuto in America da IACC Italia al convegno Color Impact 2023, con le lezioni di Massimo Caiazzo e Nello Marelli tenutesi a giugno presso l’Institute for New Technology of Rochester di New York, IACC International ha scelto Napoli come punto d’incontro dei docenti venuti appositamente dall’America e dall’Austria. La Lectio Magistralis di Arthur Bemis, direttore esecutivo di IACC Nord America e Jason Bemis, artista e docente di IACC Nord America è stata incentrata sui colori della natura. . IACC International è citata tra le quattro migliori scuole di colore al mondo dalla Fondazione Munsell (prestigiosa istituzione ispirata da Alfred Munsell). La preparazione interdisciplinare offerta da IACC è stata adottata come modello in università come Berkeley, UCLA e nel Master in Color Architecture della facoltà di Architettura di Lisbona. I corsi organizzati da IACC attirano designer, studiosi e professionisti del colore da tutto il mondo. IACC: IL VII CICLO DI ALTA FORMAZIONE PER CONSULENTI-PROGETTISTI DEL COLORE . Il programma di alta formazione di IACC Italia si articola in 4 Seminari -che si svolgeranno in primavera e in autunno nel biennio 2023-2024- in lingua italiana, a numero chiuso (max 20 partecipanti), dedicati alla cultura progettuale del colore. . Possono essere frequentati separatamente, senza una sequenza obbligata, poiché ognuno ha un preciso obiettivo di formazione. Lo svolgimento sarà sia in modalità online sia in presenza. Ogni Seminario è costituito da un programma di più moduli e ogni modulo si svolge in più giornate, da venerdì a domenica. . Partecipando ad almeno l’80% del monte ore previsto -circa 48 ore, 8 per ciascuna delle 6 giornate di formazione-, verrà rilasciato un Certificato di Frequenza del rispettivo Seminario. Al termine dei 4 Seminari, se in regola con la frequenza, è possibile sostenere un esame, articolato in una prova scritta e una prova orale. Se superato, permette di conseguire il Certificato IACC, che autorizza l’utilizzo della qualifica di Colour Consultant/ Designer IACC. . È possibile accedere ad un titolo ulteriore, il Diploma IACC, che prevede, oltre alle precedenti prove, la presentazione e la discussione di una Tesi scritta, seguita da uno dei relatori principali di IACC. Il Diploma avrà una votazione che sarà riportata sul documento ufficiale. Il Diploma IACC conferisce il titolo di Colour Consultant/Designer diplomato IACC. I titoli di specializzazione sono riconosciuti da tutti i partner IACC nel mondo e costituiscono una extra-specializzazione di alta formazione per designer, architetti, medici, docenti, artisti, scienziati, artigiani, professionisti e studenti. chisca il bagaglio culturale e progettuale dei corsisti. Il nostro approccio al colore, quello tipicamente italiano, non può prescindere dalla forte componente umanistica e creativa, derivanti dall’eredità culturale, artistica, storica e letteraria del nostro Paese. Ancora, l’Italia porta con sé un’autorevolezza consolidata nel mondo del design e dell’esclusività del Made in Italy. La scuola americana, dal suo canto, ha un credito scientifico impareggiabile nello studio del colore, affrontato con rigore e competenza nelle sue componenti fisiche, chimiche, biologiche e progettuali. Narciso Silvestrini è stato uno dei più autorevoli fautori della formazione IACC: cosa vi ha lasciato in eredità e Edda Mally mette in pratica la conoscenza del colore.

RkJQdWJsaXNoZXIy MTI4NzA=