Colore & Hobby - Ed. 438 dicembre 2023

46 DISTRIBUZIONE Insomma, un compito sfidante. Lo è anche lo sviluppo di un ambito come quello del colore? Sì, a mio avviso il settore colore all’interno del mondo edile non ha ancora espresso a pieno il suo potenziale. Questo ambito è molto tecnico e richiede una preparazione approfondita, soprattutto per soddisfare richieste ed esigenze specifiche; l’elemento chiave è senz’altro la tintometria, che consideriamo una vera e propria leva di crescita e sviluppo, e centrale in questa evoluzione è la figura del tintometrista. Noi dobbiamo investire in questo senso e per farlo abbiamo scelto Mapei: come Centroedile siamo abituati a lavorare con i marchi più blasonati del mondo dell’edilizia e certamente Mapei è un’azienda di primo piano per quanto riguarda i prodotti chimici per edilizia ma lo è sempre più anche dell’ambito finiture e colore. Come si integra una nuova merceologia così complessa, valorizzandola in modo adeguato? Il mondo dell’edilizia e dell’edilizia leggera fanno da volano a quello del colore, quindi il passaggio può essere consequenziale, per questo abbiamo scelto un partner come Mapei che, arrivando dai materiali per edilizia -polveri, colle, rasanti- abbraccia il colore in maniera molto coerente e fluida. Partire dalla diagnosi del muro e arrivare a finiture e colore è un vantaggio in termini tecnici oltre che commerciali, quindi porta risultati importanti. Quello che ci ha convinti di questa partnership con Mapei è la progettualità, la visione a lungo termine dell’azienda, che riesce a valorizzare il colore quanto gli altri settori. Da parte di Mapei è evidente la volontà di esprimere anche in ambito colore un disegno più articolato: una profondità di gamma diversa, una comunicazione più studiata e accattivante -basti pensare alla grafica delle latte, curatissima e attuale-, un approccio che pone Mapei sul piano delle aziende specializzate nel colore, ma con una potenza di fuoco che la porta a crescere costantemente e che ci proietta in un futuro molto interessante. Quali sono i prossimi step da fare per raggiungere il successo anche nel colore? Per noi questo è un passaggio importante, entrare nel mondo del colore con i concorrenti che ci sono oggi non è semplice, perciò abbiamo voluto abbracciare il progetto con convinzione e ci impegniamo per svilupparlo e potenziarlo. Per questo richiediamo e accogliamo il grande supporto che Mapei ci garantisce da un punto di vista tecnico ma anche commerciale, perché i nostri tintometristi devono sapere quello che fanno e i nostri venditori devono sentirsi sicuri nel proporre un prodotto tecnico, complesso e di alto livello com’è il colore. Di fatto, il doppio apparato tecnico e commerciale di Mapei ci offre il supporto necessario per progredire e ci consente di affrontare questa sfida con fiducia: le risposte sono sempre tempestive, anche rispetto a domande molto complesse, e i feedback della clientela sono stati estremamente positivi. Questo fa la differenza perché abbiamo intrapreso un percorso serio e impegnativo e abbiamo l’esigenza di preparare al meglio i nostri

RkJQdWJsaXNoZXIy MTI4NzA=