Colore & Hobby - Ed. 438 dicembre 2023

71 e gestione della naturale evoluzione dell’organizzazione. Obiettivo n. 11 - Città e comunità sostenibili. La partecipazione alla vita del territorio è da sempre molto attiva attraverso progetti di rigenerazione urbana, investimenti e il sostegno ad eventi culturali e sportivi, oltre ad esser parte di Associazioni locali che promuovono il territorio in diversi ambiti, come Genova Smart City e Genova for Yachting: sono oltre 20 le iniziative promosse nel corso del 2022 verso la comunità e il territorio, non solo locali, oltre 1000 i litri di prodotto donato e 2000 mq le strutture pitturate. Obiettivo n. 12 - Consumo e produzione responsabili, n. 13 - Agire per il clima e n. 14 - La vita sott’acqua. Riuniti perché obiettivi altamente rilevanti per il Gruppo ed interconnessi, ma su cui si è iniziato solo recentemente a lavorare in profondità e per i quali si attendono già risultati dal 2023 e nei prossimi anni. Per quanto riguarda il consumo delle risorse, le tre aree su cui l’impatto è più significativo e l’azienda sta attuando delle attività mirate sono: consumo di energia elettrica per il quale l’azienda ha avviato un intervento di relamping che porterà ad un risparmio complessivo del 15% e per cui si impegna ad aumentare la quota di approvvigionamento di energia derivante da fonti rinnovabili ad almeno il 75% attraverso la creazione di un impianto fotovoltaico di circa 1840 kWp presso l’area dello stabilimento produttivo di Rivalta Scrivia (stima energia annua prodotta 2.400.000 Kwh e 1.274.400 kg/anno di emissioni di CO2 evitate), di cui è stato avviato lo studio per la progettazione; consumi idrici derivanti dal proprio ciclo produttivo e dalle proprie strutture amministrative, per cui sono stati avviati dei lavori per valutarne la riduzione di circa il 10%, grazie a nuove apparecchiature dotate di timer di utilizzo; consumi di combustibili, in particolare del metano utilizzato per il riscaldamento degli uffici, per cui si è registrato un decremento di circa il 25% rispetto all’anno precedente ed è in corso di valutazione l’istallazione di un impianto di regolazione della temperatura che porterebbe ad un ulteriore risparmio di circa il 15%. Al fine di ridurre il proprio impatto sul territorio, il Gruppo monitora costantemente anche i propri consumi di materie prime ed i rifiuti prodotti dalle proprie attività: nel corso del 2022 il Gruppo ha prodotto circa 1400 tonnellate di rifiuti, di cui quelli pericolosi ne costituiscono il 60%. Le attività di miglioramento attuate con i fornitori di riferimento, per quanto riguarda l’attività di gestione rifiuti, hanno portato ad un incremento del recupero dei rifiuti pericolosi di circa il 50%. Circa gli sviluppi su plastica seconda vita, Boero continua nelle attività di analisi delle fasi di progettazione e dei materiali dei prodotti e del packaging, al fine di identificare opportunità di ottimizzazione per ridurre il proprio impatto ambientale. In questa logica è nato il progetto relativo all’utilizzo di plastica riciclata per alcune linee di prodotti, che prevede un’entrata a regime a partire dal 2023 e negli anni a seguire. Obiettivo n. 17 - Partnerships for the goals. Credendo in modo profondo nel valore del ‘fare rete’, l’azienda ha intrapreso con Water Revolution Foundation uno studio LCA (Analisi del Ciclo di Vita) su alcuni prodotti destinati al mercato della nautica, per cogliere l’opportunità di sfruttare nuovi strumenti, che insieme alle conoscenze e alle buone pratiche, possano facilitare la transizione verso soluzioni a minor impatto ambientale e che non arrechino danni agli oceani. Allo stesso modo il Gruppo è diventato socio di GBC (Green Building Council Italia) ed è pronto a collaborare, per il proprio ruolo e competenza, affinché il settore delle costruzioni possa mettere in campo tutto il suo potenziale per un impegno tangibile nell’ambito dell’edilizia sostenibile. .

RkJQdWJsaXNoZXIy MTI4NzA=