Colore & Hobby - Ed. 438 dicembre 2023

84 L’EDILIZIA È SEMPRE PIÙ GREEN! Obiettivo emissioni zero e decarbonizzazione di tutto il parco immobiliare europeo: il Piano Europeo per l’Edilizia Green è molto ambizioso, ma può garantire lavoro e occupazione per molti anni e un pianeta meno inquinato! CRISTINA ENEA FOCUS GREEN PIANO EUROPEO GREEN struire un futuro migliore. Rimanendo nel nostro ambito, questi valori si esplicitano nel conseguire uno sviluppo sostenibile basato su una crescita economica equilibrata, sulla stabilità dei prezzi e su un’economia di mercato competitiva, con piena occupazione e progresso sociale, con massima attenzione alla protezione e al miglioramento della qualità dell’ambiente, alla creazione e al sostegno di un mercato interno rafforzato dalla coesione economica, sociale e territoriale. Quello che l’Unione promuove, sostiene, indirizza Una direttiva europea che nei prossimi anni potrà portare nuovo impulso a tutto il settore: si tratta del Piano Europeo per l’edilizia Green, una direttiva dell’Unione Europea che prevede che gli edifici nuovi dovranno essere a emissioni zero entro il 2030 e che quelli esistenti dovranno diventare a emissioni zero entro il 2050 con passaggi intermedi per gli immobili residenziali. Un gigantesco progetto di ristrutturazione del patrimonio immobiliare che ha come obiettivo finale quello di avere un parco immobiliare a emissioni zero e completamente decarbonizzato entro il 2050. Un argomento di grande attualità e che sta suscitando, come sempre in questi casi, entusiasmi e critiche, apprezzamenti e discussioni: analizziamolo allora nel dettaglio. Opportunità o vincolo? Negli ultimi tempi gli interventi dell’Unione Europea stanno diventando sempre più massicci e frequenti, sia in termini economici, come il Next Generation e il suo strumento operativo, il PNRR, sia in termini di orientamento degli stati membri verso scelte di rinnovamento e innovazione. Ma ogni iniziativa porta sempre con sé anche un carico di polemiche di diversa natura. Bisognerebbe, però, considerare questi interventi come opportunità e stimoli e non come vincoli o vessazioni. Finalmente l’Unione Europea sta dando un indirizzo concreto alle scelte e alle attività dei paesi membri, proponendo obiettivi in linea con gli ideali fondanti della comunità: dignità, libertà e uguaglianza, solidarietà, cittadinanza e giustizia, che sono valori indispensabili per coScan me Ascolta il podcast dedicato

RkJQdWJsaXNoZXIy MTI4NzA=