Colore & Hobby - Ed. 439 febbraio 2024

Attraverso questi fenomeni Damiani ha sempre ribattuto trasformando i cambiamenti in opportunità di crescita, attraverso l’innovazione e la volontà di continuare a investire. Simone Angarano- La resilienza è cruciale in un contesto dinamico come quello attuale. Franchi&Kim punta sulla flessibilità operativa, sull’innovazione continua e su una comprensione approfondita delle esigenze del mercato. La capacità di adattarsi rapidamente alle mutevoli condizioni economiche e alle richieste dei consumatori è un elemento chiave per il nostro successo. Le aziende che oggi si affacciano sul mercato con successo e che continuano a incrementare le loro quote di mercato sono le stesse che nei momenti di crisi degli scorsi anni hanno continuato a investire e a innovare. Il reale concetto di resilienza, cioè la capacità di superare i momenti di difficoltà, sta proprio nello sfruttare tali momenti per cercare e creare nuovi mercati e opportunità, avendo sempre una visione globale e lungimirante su quelle che sono le esigenze vecchie e nuove del mercato dei consumatori. Benedetta Masi- Nel contesto dinamico e talvolta problematico del 2023, il mercato delle vernici industriali ha messo in evidenza l’importanza cruciale della resilienza aziendale e della capacità di interpretare le esigenze di mercato e dei consumatori finali. Nonostante un calo generale nei volumi di consumo, dovuto a un rallentamento del settore industriale manufatturiero, Colsam Industria ha dimostrato la propria solidità, mantenendo elevati gli standard di produzione e garantendo la disponibilità dei prodotti. Questo approccio proattivo, unito a un dialogo costante con gli imprenditori per sviluppare soluzioni performanti e esteticamente valide, ha permesso all’azienda di registrare risultati positivi, contrariamente alla tendenza di mercato. Guardando al 2024, Colsam Industria si affida alla propria resilienza, alla capacità di ascolto del mercato e al servizio accurato dedicato al cliente B2B per anticipare le sue esigenze di performance e adattarsi ai suoi processi di produzione e verniciatura, proiettandosi verso un ulteriore miglioramento. SUI PRODOTTI La sostenibilità è diventata un must trasversale a tutti i settori produttivi e distributivi. È facile, dunque, pensare che lo sia anche per le industrie di prodotti vernicianti. In che modo e a che livello si esplicita nell’iter produttivo? Nicola Brugo- La sostenibilità e la tutela dell’ambiente vanno considerate fondamentali per un’azienda moderna. PPG è sempre molto attenta al rispetto delle normative di riferimento, di cui segue il costante aggiornamento. L’attenzione, la sicurezza e la salvaguardia dell’ambiente e della salute di tutti i componenti della filiera -dagli operatori della produzione, all’utilizzatore finale nelle verniciature industriali- rappresentano una priorità. Le materie prime utilizzate sono scelte e periodicamente aggiornate nella direzione della sostenibilità ambientale e della riduzione della pericolosità. L’impatto delle emissioni dei prodotti rientra nei parametri della regolamentazione sui VOC e gli impianti sono progettati nell’ottica di salvaguardia dell’ambiente e dell’ottimizzazione dei lotti produttivi. Con tutto questo alle spalle, lavoreremo con l’obiettivo di migliorare costantemente le performance dei nostri prodotti, riducendone allo stesso tempo l’impatto in termini energetici per ciò che riguarda l’utilizzo. Luca Peratello- La sostenibilità nel settore della verniciatura a liquido verte principalmente sulla ricerca e sviluppo e distribuzione di prodotti vernicianti a base acqua. La velocità di questo cambiamento non dipende solo dalle tecnologie, che ad oggi in Damiani risultano molto avanzate, ma anche dalle politiche e dalle normative che regolano l’utilizzo e l’applicazione dei prodotti vernicianti dai clienti utilizzatori, al fine di permettere una conversione degli impianti per l’utilizzo di tale tecnologia. Come Damiani abbiamo studiato linee ad acqua fast che consentono una riduzione delle temperature dei forni e dei tempi di asciugatura, permettendo una conseguente riduzione dei consumi e un aumento della produttività degli impianti. Simone Angarano- Utilizzando materie prime a basso impatto ambientale, si riescono a ridurre le emissioni in atmosfera di sostanze organiche volatili e a ottimizzare il consumo di risorse energetiche riducendo l’utilizzo di impianti energivori. Inoltre, si cercherà sempre di più di investire in processi produttivi efficienti che mirano a minimizzare l’impatto ambientale complessivo delle vernici industriali, anche at- “La resilienza è un requisito fondamentale perché permette di superare i momenti di difficoltà. E ciò è facilitato dalla capacità di adattamento alle continue mutazioni e all’incertezza del mercato” OPINIONI SCENARI 26| FEBBRAIO 2024

RkJQdWJsaXNoZXIy MTI4NzA=