Colore & Hobby - Ed. 439 febbraio 2024

74| FEBBRAIO 2024 Questa proprietà le rende adatte per applicazioni in cui il substrato può subire deformazioni o movimenti senza che il rivestimento si screpoli o stacchi. Le vernici poliuretaniche aderiscono bene a una vasta gamma di substrati, compresi metalli, legno, plastica e vetro. L’adesione robusta contribuisce alla durabilità del rivestimento. Le vernici poliuretaniche sono note per la loro elevata resistenza all’usura e all’abrasione. Queste caratteristiche le rendono adatte per applicazioni soggette a stress meccanici. Molte vernici poliuretaniche offrono una buona resistenza a oli, solventi, carburanti, sostanze chimiche aggressive e agenti atmosferici, rendendole adatte per ambienti industriali impegnativi. Alcune formulazioni poliuretaniche sono progettate per resistere all’esposizione ai raggi ultravioletti, mantenendo così la stabilità del colore e la resistenza agli agenti atmosferici a lungo termine. Sono disponibili in una vasta gamma di finiture e colori, offrendo opzioni estetiche per soddisfare le esigenze specifiche dell’applicazione e molte hanno tempi di asciugatura relativamente brevi, accelerando i tempi di produzione e riducendo i tempi di fermo macchina. Possono offrire buone proprietà dielettriche, rendendole adatte per applicazioni che richiedono isolamento elettrico. Le vernici poliuretaniche mantengono spesso la loro stabilità e integrità a temperature variabili, il che le rende adatte per applicazioni in cui sono richieste prestazioni termiche consistenti. Trovano impiego su automobili, mobili, elettronica, aerospaziale, nautica e pavimenti industriali. Le vernici ad ALTO CONTENUTO DI SOLIDI, note anche come vernici alto solido o vernici high solids, sono formulazioni di rivestimento che contengono una percentuale significativamente maggiore di sostanze non volatili rispetto alle vernici convenzionali. In altre parole, la quantità di solventi volatili in queste vernici è ridotta al minimo, aumentando la quantità di resine e pigmenti presenti nella miscela. Questo design mira a migliorare diverse proprietà e vantaggi nelle applicazioni industriali. Una delle caratteristiche principali è la bassa percentuale di solventi volatili nella formulazione, rendendole conformi a normative più restrittive sulla riduzione delle emissioni di VOC nell’aria. Offrono un ambiente di lavoro più sicuro, riducendo il rischio di esposizione a sostanze chimiche nocive per la salute umana e riducono le emissioni nell’atmosfera, contribuendo a mitigare l’inquinamento dell’aria e rispettare le normative ambientali. Con una maggiore percentuale di sostanze non volatili, le vernici alto solido consentono di applicare strati più spessi di rivestimento in una singola passata, contribuendo a migliorare la protezione del substrato. Grazie alla maggiore concentrazione di resine, queste vernici spesso offrono una maggiore resistenza chimica e fisica rispetto alle vernici convenzionali, rendendole adatte a condizioni ambientali più severe. La riduzione dei solventi volatili contribuisce a un minore ritiro durante il processo di essiccazione, migliorando l’adesione e riducendo la formazione di crepe o distacchi. L’aumento della quantità di sostanze non volatili può contribuire a un’adesione migliore alla superficie del substrato, migliorando la durabilità del rivestimento. La maggiore concentrazione di sostanze non volatili può ridurre la necessità di applicare strati multipli di vernice, migliorando l’efficienza di applicazione e riducendo i tempi di lavorazione. Le vernici industriali e gli ambiti di applicazione Le vernici industriali sono ampiamente utilizzate nell’industria automobilistica per proteggere la carrozzeria dai danni causati da agenti atmosferici, corrosione e usura. Vengono anche utilizzate per fini estetici, contribuendo alla realizzazione di colori e rifiniture specifiche. Nell’industria aerospaziale, le vernici industriali vengono utilizzate per proteggere le strutture degli aeroATTUALITÀ VERNICI INDUSTRIALI

RkJQdWJsaXNoZXIy MTI4NzA=