Colore & Hobby - Ed. 440 marzo 2024

COLORE & HOBBY |25 punto vendita è importante. Oggi, però, sono ancora troppi i negozi di ogni tipo e dimensione, in qualunque città o paese, all’interno dei quali domina ancora un solo e indiscusso protagonista: il barattolo! In realtà, questo protagonismo assoluto del barattolo nei punti vendita di colore ha alcune giustificazioni storiche e assolutamente comprensibili. Innanzitutto la mancanza di spazio: la superficie della stragrande maggioranza dei negozi italiani è attorno ai 100 metri, e i rivenditori per avere un magazzino sono costretti ad affittare spazi esterni: garage, capannoni, rimesse, altri locali commerciali; vi è poi, spesso, la mancanza di tempo per organizzare uno spazio espositivo con le sue indispensabili rotazioni; infine, bisogna rimarcare la mancanza di cultura della comunicazione del valore del colore, una lacuna pio, sull’aspetto emozionale, sulle sensazioni che il colore trasmette al cliente, sulla valorizzazione dell’effetto decorativo o sulla possibilità di far scegliere il colore facendone cogliere tutte le potenzialità cromatiche, spesso declinando e personalizzando con il proprio stile e la propria sensibilità i layout delle aziende partner con cui lavorano. Questi rivenditori non sono ancora molti, e malgrado la speranza che nel tempo diventino sempre più numerosi, per ora sono ancora dei precursori, che speriamo possano essere gli iniziatori di un movimento di valorizzazione del colore all’interno del punto vendita. Abbiamo raccolto le immagini di alcuni di loro in vari punti d’Italia: ve le proponiamo nelle prossime pagine, con l’augurio che possano essere uno stimolo per molti rivenditori che vogliono fare un passo in avanti. . Due pagine senza colore, bianche ad eccezione del testo. Quindi due pagine provocatorie in una rivista che parla di colore, indispensabili però per introdurvi a quello che vedrete nelle pagine successive: otto testimonianze per ricordare, ancora una volta, quanto il colore possa essere valorizzato all’interno dei vostri negozi. Noi pensiamo che un negozio che comunica il valore del colore aiuti il cliente -professionista o privato che sia- a compiere la scelta migliore, soprattutto in termini di soddisfazione. E, come si sa, il cliente soddisfatto torna sempre! che nel tempo andrà assolutamente colmata. Si potrebbe obiettare che tanti negozi hanno showroom o spazi espositivi per i propri clienti, nei quali il colore è ben presente: nella realtà, però, spesso si presentano situazioni nelle quali lo showroom propone rifiniture di interni, tendaggi, parquet e pavimentazioni, carta da parati, quindi complementi di arredo ed elementi decorativi importanti, che possono dare personalità agli ambienti delle nostre abitazioni, ma ai quali il colore fa soltanto da sfondo, spesso anonimo, sulle pareti del negozio. Se pensiamo che lo showroom possa dare valore al colore, questi sono showroom inadeguati al messaggio che devono trasmettere. Certo, esistono anche esempi virtuosi! Ci sono rivenditori -in ogni tipologia di canale distributivo- che hanno scelto di lavorare, per esem-

RkJQdWJsaXNoZXIy MTI4NzA=