Colore & Hobby - Ed. 441 aprile 2024

COLORE & HOBBY |55 bero servizio, l’esposizione ben organizzata e di facile fruizione per il pubblico, ma soprattutto una vendita assistita con due banconi distinti dedicati, uno destinato alla tintometria, l’altro alla ferramenta. A completare la struttura, un piano dedicato agli uffici e due magazzini, uno per il colore e uno per il cartongesso… Scopriamola insieme al dottor Andolina. Come si configura oggi la vostra attività? Che importanza ha assunto il colore? La nostra attività ha un approccio sempre più professionale e tecnico e sempre più centrale è divenuta la consulenza, sia nei confronti dei privati che per i professionisti: infatti, i settoristi del nostro team sono preparatissimi e rappresentano un’arma indispensabile per la vendita ma, prima ancora, per offrire al cliente il giusto supporto. L’attività oggi presenta una multispecializzazione importante, che comprende anche la specializzazione nel colore, con diversi marchi trattati e alcuni ormai storici. Oggi il colore per noi rappresenta una buona percentuale del fatturato: alla ferramenta, si sono aggiunte negli anni specializzazioni successive e tra queste sicuramente abbiamo privilegiato l’ambito tecnico del colore. Oggi, infatti, abbiamo quattro tintometri per edilizia e uno per industria. Il nostro obiettivo è quello di garantire una profondità e una completezza di gamma capaci di soddisfare a pieno chi si rivolge a noi e per riuscirci abbiamo voluto al nostro fianco il Colorificio Di Maria! Qual è l’impostazione che avete scelto di seguire nell’ambito del colore? Per noi è importante avere il termometro dell’andamento del mercato rispetto a target diversi, questa è una zona molto residenziale, c’è molta concorrenza e i clienti confrontano la proposta dei diversi magazzini prima di comprare. Per contrastare tanta concorrenza, Aries ha sempre tenuto fede alla propria linea, mantenendo l’identità e andando per la propria strada: ciò ha significato scegliere sempre la qualità per il nostro pubblico, conmaniera molto diretta e piacevole, sorridendo su tutto ma dimostrando una grande consapevolezza e la conoscenza delle dinamiche del mercato. Come abbiamo detto, Aries nasce a luglio 1996 con un forte focus sulla ferramenta, ma già con un paio di referenze afferenti al mondo del colore e rigorosamente del Colorificio Di Maria! Infatti, la collaborazione trentennale con l’azienda ha subito inizio, un percorso sinergico che dura ancora oggi e che garantisce a entrambi i partner grandi soddisfazioni -non a caso Aries è stato nominato miglior cliente 2023-. Insomma, una partnership longeva e sempre più strutturata, anche grazie all’evoluzione che il Colorificio Di Maria fa nel tempo e che lo porta ad essere un protagonista del mercato delle vernici. Aries cresce di pari passo e da piccolo negozio di ferramenta sviluppa il suo business in più direzioni, arricchendolo di diversi ambiti merceologici, fino a raggiungere la multispecializzazione per affrontare con profondità e ampiezza tre settori fondamentali: ferramenta, colore e cartongesso. Nel 2017 lo spazio non è più sufficiente, dopo una serie di aggiunte e spostamenti, arriva il cambio di sede, quella attuale, che misura 500 metri quadri: una realtà moderna, al passo con i tempi, con un’organizzazione dello spazio a liNella foto accanto: il preparatissimo team di Aries.

RkJQdWJsaXNoZXIy MTI4NzA=