A Milano, colori in boutique

  • 08 Marzo 2007
L.P.M.A. è un negozio specializzato dove tutte le più attuali regole di visual merchandising sono state realizzate in modo ineccepibile.
E il suo successo e il sodalizio con DUCO lo confermano.

L.P.M.A. è un negozio che si trova a Milano, una bella realtà commerciale che incarna in modo ineccepibile tutto ciò che ci si immagina per un punto vendita professionale inserito però in pieno contesto urbano.
La professionalità di L.P.M.A. traspare, infatti, dalla composizione del suo assortimento mentre la sua sintonia con il contesto urbano si esprime attraverso il layout del punto vendita che non ha nulla da invidiare ai negozi di abbigliamento o di oggettistica.
Un grigio scuro elegante è stato scelto per le scaffalature perimetrali che espongono le latte e per il bancone che occupa la zona centrale del punto vendita creando un percorso ideale per la visita del punto vendita e della merce in esposizione. Gialli di varie tonalità sono, invece, i colori per gli elementi di stacco del punto vendita: le pareti libere, la zona cassa, l’identificazione della ragione sociale. Le cinque vetrine sono allestite per presentare la merce in modo ben visibile e chiaro, il messaggio che esprimono è immediato e diretto e l’impressione che si riceve attraverso le vetrine fin dall’esterno si rivela del tutto fondata entrando nel punto vendita.
E’ il signor Massimo Opipari a condurre l’attività, coadiuvato dalla moglie, Angela Orioli, dalla sorella, Ornella Opipari, che si occupa dell’amministrazione e da un collaboratore ed è con lui che facciamo la conoscenza con L.P.M.A.

Signor Opipari, come mai questo nome, L.P.M.A.?
L.P.M.A. è l’acronimo per Linoleum, Parquet, Moquette e Affini: l’attività all’inizio era, infatti, connotata da questo tipo di assortimento merceologico. Nel tempo l’assortimento è cambiato in sintonia con i cambiamenti dei gusti e delle tendenze di decorazioni d’interni, per esempio, integrando i parati con le vernici decorative e portandoci a modificare le stesse modalità espositive, inserendo cataloghi di prestigio per le moquette e per i parati, mettendo in rilievo le potenzialità decorative delle pitture e cambiando anche la proposizione delle latte di vernice.
In effetti, il suo negozio ha un’impostazione più simile a quella di una boutique che a quella di un punto vendita di colori e vernici tradizionale…
Quando abbiamo cambiato locali, che prima erano qui a fianco, abbiamo deciso di reimpostare tutta l’attività con un’immagine coordinata che rispecchiasse anche la nostra mentalità imprenditoriale. Abbiamo, infatti, dato per assunto la professionalità del punto vendita e della sua offerta, elemento che è ritrovabile nelle marche che abbiamo in assortimento e che sono tutte di assoluta qualità e nella nostra competenza ormai trentennale nel settore. Quello che desideravamo era creare un negozio che esprimesse la professionalità ma anche che fosse gradevole da visitare e che servisse ad orientare e informare i nostri clienti.
E quindi avete pensato di impostare lo spazio quasi come fosse uno show room…
Si, in realtà siamo riusciti a conciliare le esigenze espositive con le caratteristiche di prodotti che non hanno come peculiarità principale la valenza estetiche e che, soprattutto, si esprimono bene solo una volta che siano stati applicati. Per questo abbiamo studiato, con la collaborazione dello studio MQA Architetti di Milano, la scaffalatura disposta lungo tutto il perimetro espositivo realizzata proprio come se fosse una scaffalatura di un negozio di abbigliamento o di arredamento d’interni o di oggettistica per la casa. In questo modo le latte esposte sono ben in evidenza e vengono valorizzate.
Le aggregazioni merceologiche sono ben delineate e distinguibili e anche i prodotti meno belli a vedersi, per esempio, spatole o nastri adesivi, risultano più gradevoli alla vista.
Poi abbiamo pensato al bancone centrale, una grande superficie aperta ai lati in modo da ospitare tutti i cataloghi di rivestimenti murali e per pavimenti che diventa all’occasione un piano di lavoro o uno spazio espositivo aggiuntivo. Infatti, i cataloghi esprimono al meglio la loro valenza quando possono essere consultati su piani larghi che consentono il raffronto tra più soluzioni nel modo più comodo possibile. Inoltre, il bancone diventa uno spazio aggiuntivo dove collocare di volta in volta prodotti nuovi o in offerta, una sorta di vetrina interna.
E per le pitture decorative? Come fate a mostrarne le valenze e gli effetti?
Per le pitture abbiamo messo a punto dei pannelli a scomparsa che si integrano nella scaffalatura perimetrale e che possono facilmente essere rinnovati quando occorre dimostrare prodotti nuovi o particolari. Anche i pannelli hanno, quindi, una doppia valenza, estetica ed espositiva.
Poi c’è stata la scelta dei colori del punto vendita…
Come colori sociali abbiamo scelto questo insieme di gialli che caratterizzano le pareti del negozio libere dalle scaffalature, la zona cassa e che sottolineano il colore grigio scuro delle scaffalature che abbiamo realizzato come se fossero spazi espositivi destinati a maglioni o a libri. Gli stessi colori si ritrovano nel sito che stiamo ultimando e ci hanno consentito di realizzare un’immagine coordinata per tutta la nostra attività, dai muri ai depliant.
Con che criterio assortite i prodotti?
Con il criterio della qualità. Se lei guarda i nostri assortimenti non ci sono prodotti di seconda scelta: ci sono solo prodotti di aziende accreditate che ci consentono di offrire alla clientela prodotti di qualità, cicli garantiti, formulazioni che sono il risultato dei laboratori più all’avanguardia.
E la vostra clientela, comprende la vostra offerta?
Assolutamente si. Noi serviamo per lo più privati e piccole imprese e abbiamo constatato che i prodotti di qualità sono molto apprezzati per i risultati che permettono di ottenere. Inoltre, c’è ormai una notevole tendenza a scegliere pareti decorate, motivo per cui la nostra offerta trova davvero riscontro.
Quali sono le decorazioni più apprezzate?
Tra le decorazioni vere e proprie le più scelte sono le velature soprattutto se eseguite dai privati mentre gli stucchi e le applicazioni più complesse sono appannaggio dei professionisti. Dobbiamo dire che c’è un aumento nella richiesta dei colori, anche forti, che vengono scelti proprio per le loro funzioni decorative e di arredamento. Per questo lavoriamo moltissimo con le tinte a campione e la nostra stazione tintometrica funziona per tutta la giornata lavorativa.
Nel vostro assortimento una parte da leone la fanno i prodotti DUCO: quali sono i motivi che vi hanno portato a sceglierli?
Da sempre teniamo in assortimento i prodotti DUCO e il motivo principale della nostra scelta è che corrispondono in modo perfetto a quelle che sono le nostre esigenze imprenditoriali. Sono prodotti di qualità, disponibili in assortimenti vasti e profondi che ci consentono di andare incontro a tutte le esigenze che ci vengono segnalate dai nostri clienti. Sono prodotti di cui abbiamo sia la certezza formulativa, per esempio la rispondenza ai requisiti richiesti dalle normative in materia di emissioni di VOC, sia la rispondenza alle esigenze estetiche, per esempio l’ultima linea Decorissima che, proprio in risposta alla richiesta di colori forti, propone un assortimento cromatico di base di tinte intense. Inoltre, c’è l’affidabilità di un’azienda storica che fa parte di un grande gruppo e che, quindi, abbina la riconoscibilità del marchio sul mercato alle sinergie che si sviluppano all’interno di un gruppo di rinomanza internazionale.

Gli altri negozi....

Trova aziende e prodotti

Video - Covema