×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 342

Cgia: quasi l'80% delle tasse va allo stato centrale

  • 29 Novembre 2016

Secondo l’Ufficio studi della Cgia quasi l'80% delle tasse pagate dai contribuenti, per la precisione il 78,8%, finisce nelle casse dello Stato centrale, mentre il 53% della spesa pubblica è in capo a Regioni ed Enti locali. Su un ammontare complessivo di 493,5 miliardi di euro di imposte dirette, indirette e in conto capitale versate dagli italiani nel 2015, ben 389 miliardi, infatti, sono stati incassati dall’Erario.

Le Regioni, invece, calcola ancora la Cgia, possono contare principalmente sul gettito Irap pari a 28,1 miliardi di euro, sull’ Irpef che è costata ai contribuenti 11,5 miliardi di euro e sull’addizionale regionale Irpef per un importo di 11,3 miliardi. I Comuni, infine, nel 2015 hanno potuto contare su 16,8 miliardi di gettito Imu, su 4,7 miliardi di Tasi e su 4,4 miliardi dall’addizionale comunale Irpef. Tuttavia, segnala la Cgia, questa fotografia sulla distribuzione delle entrate non racconta l’evoluzione dei rapporti tra Centro e Periferia negli ultimi anni. Tra il 2010 e il 2015, infatti, i Comuni hanno subìto un taglio dei trasferimenti da parte dello Stato centrale di 11,9 miliardi.

Il coordinatore dell’Ufficio studi della Cgia, Paolo Zabeo, ha osservato che: "Nonostante le riforme avviate in questi ultimi 25 anni siamo ancora a metà del guado. Non facciamo più parte del club dei Paesi unitari, ma non possiamo neppure considerarci un Paese federale. La quasi totalità delle nostre tasse, infatti, finisce a Roma, ma oltre la metà della spesa viene amministrata da Regioni e autonomie locali".

Trova aziende e prodotti

Video - Far Tools

Video - Motip