Risultati negativi sulla ripresa secondo il rapporto della Cgil

  • 05 Febbraio 2018

Secondo il 'Rapporto 2017 sulla qualità dello sviluppo in Italia', elaborato dalla Fondazione Di Vittorio della Cgil e dall'Istituto Tecnè, la qualità dello sviluppo dell’Italia nel 2017 si ferma ai livelli del 2016, nonostante la crescita del Pil. Crescono le diseguaglianze, la forbice sociale si allarga e cala la fiducia.

Per il 32%, degli italiani il futuro economico del Paese sarà peggiore di oggi, per il 51% uguale e solo per il 17% migliore. Quanto alle attese sull'occupazione nei prossimi mesi, per il 44% resterà stabile, per il 38% sarà in calo e solo per il 18% in aumento.
"Le dinamiche della crescita in atto non diminuiscono le diseguaglianze né producono nuova occupazione, soprattutto di qualità", commenta il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, è "evidente che la qualità della ripresa non è all'altezza delle necessità; troppo forte il suo carattere congiunturale e non strutturale".

Trova aziende e prodotti

Video - Duco