Comparto vernici: l’allarme di Assovernici

Prezzi delle materie prime, costi del lavoro e minor produttività: calano i profitti nei primi tre mesi 2023 per le aziende. L’allarme di Assovernici.

L’allarme di Assovernici è perentorio: minacce nuove e vecchie incombono sulle imprese e sulla filiera.

Tra domanda in contrazione, scenario economico difficile e scarsità di manodopera qualificata, il settore dell’edilizia è attanagliato, e il 2023 preoccupa l’Italia, anche perché gli incentivi fiscali sono stati fortemente depotenziati e non c’è ancora un nuovo piano di sostegno al settore. “Era difficile pensare -spiega Roberto Meregalli, coordinatore del comitato settore edilizia di Assovernici- che il settore continuasse a crescere come nei due anni passati. Ameno nei primi tre mesi di quest’anno la distribuzione seria e strutturata ha continuato a lavorare, tenendo il fatturato. E dobbiamo sforzarci di pensare positivo anche per il prosieguo del 2023: gli incentivi non sono ancora stati soppressi, altre agevolazioni sono rimaste e per i prodotti per interni deve ancora iniziare la stagione più favorevole. Pur accettando che l’anno conoscerà un decremento, l’importante è utilizzare tutti gli strumenti possibili per contenerlo e non renderlo troppo pesante.”

Un altro campanello d’allarme riguarda la manodopera: “La grande domanda degli ultimi anni ha creato condizioni di lavoro facili per tutti, ma la volontà di realizzare i lavori a tutti i costi ha generato uno spostamento pericoloso sull’uso di manodopera non qualificata e poco professionale. In questi anni c’è stato un ampliamento delle competenze riguardo sia gli artigiani sia i negozi che hanno inserito nuove merceologie e coltivato nuove specializzazioni, ma è necessaria formazione.”

E nell’immediato, cosa succederà? “Si tornerà a parlare di prezzi delle prestazioni e dei lavori finiti, di offerte commerciali ragionate e a praticare quella concorrenza che negli ultimi anni è stata limitata da una domanda talmente alta e da incentivi talmente vantaggiosi che hanno permesso di aumentare i listini per limitare le perdite di marginalità dovute all’aumento delle materie prime. Le prospettive rimangono positive perché il PNRR permetterà all’edilizia di intervenire in tutte le missioni del Piano. C’è poi l’opportunità data dal Piano Europeo per l’Edilizia Green, che ci obbligherà a migliorare l’efficienza energetica delle abitazioni: interventi che garantiranno lavoro e crescita alle imprese, anche se sarebbe opportuno un tavolo tecnico tra Governo e associazioni che rappresentano la filiera per stabilire regole e incentivi di un Piano di riqualificazione del patrimonio edilizio del Paese almeno per i prossimi venti anni.”

Meregalli non manca di dare qualche suggerimento ai rivenditori di pitture e vernici, che devono guardare al futuro con consapevolezza e ottimismo: “Nell’edilizia di riqualificazione e nelle nuove costruzioni il cappotto e l’isolamento in generale rimarranno trainanti, ma ci sono ottime prospettive per pitture e cicli performanti, che durano nel tempo e che aiutano a risolvere i problemi di ammaloramento, con forte innovazione in ambito di sostenibilità. Rimaniamo fiduciosi sul fatto che la manutenzione dell’abitato è ormai entrata nel vissuto di tutti e che un intervento di incentivi strutturali possa essere definito. Un decremento momentaneo è prevedibile, ma speriamo che possa essere contenuto. Io rimango molto positivo per il nostro settore per i prossimi anni, proprio per la forte attenzione che c’è sugli edifici come mai non c’è stata in passato!”

Scopri di più leggendo l’intervista completa su Colore&Hobby

Condividi l'articolo
Redazione ColoreHobby.it
Redazione ColoreHobby.it

Colorehobby.it è l’unico portale dedicato al colore in Italia: completo, aggiornato, frequentato da chi lavora nella filiera dei prodotti vernicianti, delle finiture decorative, dei rivestimenti e dei colori.

Aggiornarsi con la redazione su quanto succede nel settore è facile: notizie, approfondimenti, novità, contributi, immagini, filmati e cataloghi a portata di mano e in tempo reale.
Per essere sempre informati e lavorare meglio!

Articoli: 3187