Bianco, nero e marrone: largo ai colori classici in ufficio!

  • 08 Giugno 2021

Abbiamo scritto e parlato a lungo dei colori e del loro ruolo negli uffici e negli ambientilavorativi. Un tema davvero importante perché le loro caratteristiche possono condizionare, migliorare e influenzare la produttività, le relazioni tra colleghi e le interazioni con clienti e terzi.

Negli articoli precedenti abbiamo indagato tre colori dalla forte personalità, il rosso, il giallo e il blu e tre colori freschi e giovanili: il verde, l’arancione e il viola. Oggi parliamo di tre grandi classici: bianco, nero e marrone.

Il bianco è il colore della purezza, della spiritualità, della luce e della tranquillità. Usato negli uffici ha sicuramente il merito di regalare molta luce, di allargare e alzare visivamente gli spazi più angusti e di accordarsi con ogni tipo di superficie orizzontale e verticale e con ogni tipo di materiale. Sembrerebbe perfetto, ma attenzione: un ambiente completamente bianco cancella i confini e azzera le differenze rischiando di creare effetto ‘vuoto’. Sempre meglio abbinarlo con accenti colorati e, soprattutto, tenerlo estremamente pulito e curato per evitare l’effetto ‘polveroso’.

Con il nero un ambiente si fa elegante, serio e rigoroso, d’altronde questo colore da sempre simboleggia raffinatezza e austerità. In ufficio fa bella figura ma c’è un ma: l’eccesso rischia di diventare luttuoso, di spegnere le persone che lo vivono e di banalizzare l’attività. Vietato, quindi, il total black, ma sì agli abbinamenti più stilosi come l’effetto optical con il bianco, l’effetto tecnologico con il grigio e l’acciaio, l’effetto shock con qualche accenno in forte contrasto.

Con il grigio l’ambiente è moderno e sofisticato, sicuro e formale, adatto a studi legali, a contesti amministrativi e commerciali, ottimo fondo a attività commerciali che propongono articoli colorati che devono ben ‘emergere’. Attenzione a dosare accessori e materiali: troppo grigio può creare l’effetto anonimo che rende poco riconoscibili tutte le attività.

 Ora il marrone, il colore della terra, della solidità, della concretezza e della resistenza. Le sue caratteristiche innate, lo rendono un colore che comunica inequivocabilmente il suo significato. Nelle sue infinte declinazioni è perfetto per le attività concrete e per gli ambienti dove si voglia un’allure di passato e autorevolezza, di tradizione e continuità. La stabilità che esprime lo rende adatto anche alle aree più squisitamente operative. Nella sua gradazione più chiara, il beige diventa perfetto per le zone di accoglienza e per essere complementare a qualsiasi altra tinta dellla quale assorbe le vibrazioni enfatizzandole.

Rosso, giallo, blu, viola, verde, arancione, bianco, nero, grigio e marrone: ogni colore va scelto con cura nello spazio lavorativo, così che possa essere complice di grandi successi!

 

ascolta podcast

Trova aziende e prodotti

Video - RÖFIX Italia