La digitalizzazione non si può rimandare

  • 16 Giugno 2021

L’ambito della digitalizzazione è molto attuale nel mondo del colore e catalizza sempre più attenzioni. Ne parliamo con Vieri Barsotti, il nostro direttore, per capire di più di questa esigenza che ha acquisito una forza sempre più rilevante.

“Nell’edilizia, prima ancora che nel nostro mondo del colore, da ormai qualche anno la digitalizzazione è un processo che coinvolge numerosi attori: dalla progettazione alla fornitura finale, dai sistemi informativi alle procedure di informazione e acquisto la filiera delle costruzioni è al centro di una rivoluzione digitale che ne modifica ritmi, modalità e processi”, ci spiega Vieri. D’altronde che di digitalizzazione parlino davvero tutti non è cosa nuova: anche la “Carta dell’Edilizia e delle Costruzioni”, il manifesto condiviso dalle principali associazioni della filiera che hanno stilato alcuni suggerimenti rivolti per aiutare le imprese in questo senso, ne è la prova tangibile. E allora viene naturale chiedersi: “Come mai è nata questa esigenza?” Vieri Barsotti ci spiega che: “Digitalizzare fa rima con BIM, con intelligenza artificiale, con cloud, con Big Data e con Blockchain, ma il fatto è che il digitale cambia il mondo dell’edilizia a tutti i livelli: dai muratori robot alla gestione del magazzino a quella delle fatture, dallo showroom virtuale ai droni che controllano i cantieri e fanno visure termiche e antisismiche.” E questo coinvolge naturalmente anche rivenditori e consumatori. Insomma, digitalizzare significa abbandonare gli strumenti tradizionali di tutti i passaggi della filiera, fino al marketing e alle vendite. “L’emergenza sanitaria ha contribuito ad accelerare questo processo, dando a tutti gli operatori e gli utilizzatori la consapevolezza che è importante essere in grado lavorare anche in situazioni critiche come quelle causate dal Coronavirus. Un’indagine realizzata dall’istituto di ricerca Nextplora per l’Osservatorio delle Piccole imprese rivela che per il 43% delle imprese individuali, il 35% delle società di persone e il 30% delle società di capitali, la digitalizzazione è ormai una tappa fondamentale del processo di crescita”, racconta ancora Vieri.

Ma c’è anche un rovescio della medaglia. La stessa indagine, infatti, ci dice che le aziende dell’edilizia fanno molta resistenza agli investimenti in digitalizzazione. Le cause possono essere diverse: mancata vocazione o scarsa attitudine digitale portano spesso ad operare ancora con modelli superati a rimanere in una fase di stallo dalla quale è importante uscire rapidamente per colmate il gap. Proprio su questo punto insiste Vieri: “il settore delle costruzioni non può permettersi di rimanere indietro: deve assolutamente adeguarsi per dare una risposta alle richieste dei clienti che quando devono fare lavori in casa partono sempre più spesso da una ricerca on line dei professionisti.

Ormai la casa si cerca online: non solo quella turistica o per le locazioni temporanee, ma anche quella per soluzioni più definitive. Ugualmente, in rete si sceglie il progettista: casi emblematici sono Houzz, la piattaforma che mette in contatto progettisti e clienti finali così come Facile Ristrutturare, che intercetta online 4.000 progetti di abitazioni da ristrutturare all’anno e che è passata da 3 uffici, 30 progettisti e 3 milioni di euro di fatturato a 30 uffici, 350 progettisti e 27 milioni di euro in pochi anni.”

E ancora: online si comprano piastrelle, sanitari, arredi, a volte anche pitture. La rete si utilizza anche per piccoli lavori al minuto: l’idraulico così come l’elettricista o l’imbianchino, sempre attraverso piattaforme come InstaPro, preventivi.it o Habitissimo. Infine, i marketplace giocano un ruolo sempre più strategico, anche sul mercato dell’edilizia, e a comprare sul web non è solo l’utente finale, ma anche l’impresa di costruzioni.

Tutto questo ci dice che la digitalizzazione è la chiave per rimanere sul mercato e competere. Proprio il digitale, infatti, è stato il sostegno di intere famiglie e imprese durante il lockdown, e rimarrà una leva potente per far progredire il settore.

 

ascolta podcast

Trova aziende e prodotti

Video - Covema