La formazione professionale: come scegliere il corso giusto

  • 22 Giugno 2022

La formazione professionale determina il successo nel lavoro, sia quando da giovani ci si affaccia sul mercato la prima volta, sia da adulti per migliorare la propria posizione. Come sceglierla?

La formazione professionale è un tema molto discusso, in particolare in un periodo di incertezza come quello in cui viviamo. Essa viene infatti incontro alle esigenze dei giovani di acquisire competenze da far valere nel mondo del lavoro e degli adulti che desiderano reinventarsi o, più semplicemente, tenersi aggiornati. È, inoltre, un importante valore aggiunto per le aziende, che ricercano figure sempre più specializzate. La formazione professionale per i giovani si chiama Formazione professionale iniziale e può essere erogata dai Centri di formazione pubblici o privati convenzionati, di competenza regionale, oppure da Istituti professionali statali che prevedono un piano di studi completo di 5 anni. Entrambe le soluzioni sono gratuite, ma la seconda garantisce la possibilità di accedere a un Corso di Laurea una volta superato l’Esame di Stato finale. La formazione professionale rivolta agli adulti si chiama, invece, Formazione Professionale Continua e può essere goduta da tutti coloro che sono stati esclusi dal mondo del lavoro e desiderano rientrarvi oppure che vogliono mantenere le loro competenze aggiornate. È conosciuta anche come Lifelong learning, ovvero “formazione lungo tutto il corso della vita”. In Italia la formazione Continua è concordata tra le Parti Sociali, definita in un Piano Formativo di tipo individuale, aziendale, territoriale o settoriale e tradotta in progetti finanziabili dai Fondi Interprofessionali per la Formazione Continua. A tale formazione accedono i lavoratori occupati di aziende iscritte ad un Fondo Interprofessionale a cui vengono così indirizzate, volontariamente, le quote che con obbligo devono essere versate, ogni anno, all’INPS (pari allo 0,30% della retribuzione lorda annua di ogni dipendente). Quando si parla di formazione professionale, inoltre, è importante non dimenticare i CFP, i centri di formazione professionale che -a differenza dei classici istituti scolastici- danno preminenza alle attività laboratoriali rispetto che a quelle teoriche e danno la possibilità di fare stage in azienda. I corsi offerti dai CFP possono essere di qualifica professionale, pensati per i ragazzi, della durata di due o tre anni o di specializzazione, per adulti o giovani che hanno già una professionalità, che durano un anno.

Trova aziende e prodotti

Video - Rigo

Video - Covema