×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 342

Impresa artigiana: requisiti e vantaggi

  • 20 Marzo 2020

Secondo la legge quadro n. 443/1985, si definisce impresa artigiana un’attività di produzione di beni (anche semilavorati) o di prestazione di servizi in cui il titolare –l’imprenditore artigiano, appunto– interviene personalmente con il proprio lavoro, anche manuale, nel processo produttivo, “assumendosene la piena responsabilità con tutti gli oneri e i rischi inerenti alla sua direzione e gestione”. Dalla definizione sono escluse le attività agricole, le attività commerciali, le attività di intermediazione nella circolazione dei beni e quelle di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande.

Inoltre, perché un’impresa possa essere definita artigiana è necessario che rispetti dei precisi limiti dimensionali. Per le imprese che non producono in serie il massimo è di 18 dipendenti, che sale a 22 nel caso in cui le unità aggiuntive siano apprendisti. Per le imprese che producono in serie, ma con processi solo parzialmente automatizzati, il massimo è di 9 dipendenti, che sale fino a 12 a condizione che le unità aggiuntive siano apprendisti. Per l’impresa che svolge la propria attività nei settori delle lavorazioni artistiche, tradizionali e dell’abbigliamento su misura il tetto massimo è di 32 dipendenti (40 se gli altri 8 sono apprendisti). Un’impresa di trasporti non può superare gli 8 dipendenti e le imprese edili possono avere al massimo 10 dipendenti, che possono salire fino a 14 nel caso in cui le unità aggiuntive sono apprendisti.

L’impresa artigiana può anche costituirsi sotto forma di società (eventualmente anche cooperativa), purché rispetti i limiti dimensionali fissati per le imprese artigiane, purché la maggioranza dei soci si occupi personalmente del processo produttivo e purché nell’attività il lavoro abbia una funzione preminente rispetto al capitale. Nel caso in cui si costituisca come società, l’impresa artigiana non può essere svolta nella forma di società per azioni o di società in accomandita per azioni, ma nella forma di società a responsabilità limitata pluripersonale.

È importante sottolineare che le imprese artigiane, a differenza di altri creditori, vantano un privilegio nella riscossione dei crediti. Ciò significa che i crediti dell’impresa artigiana debbano avere la precedenza rispetto ad altri crediti, per esempio in caso di fallimento del debitore. Affinché questo privilegio possa essere esercitato, l’impresa artigiana, oltre a dover rispettare i requisiti che la definiscono in quanto tale, deve anche essere iscritta all’albo provinciale delle imprese artigiane.

Trova aziende e prodotti

Video - Colore & Hobby