Piccolo vademecum delle azioni green

  • 19 Gennaio 2023

Le parole delle azioni green sono alfiere della sostenibilità: riciclare, rigenerare, riusare, recuperare, raccogliere e ridurre. Questi sono i comportamenti green che possono fare la differenza nella quotidianità.

Riciclare significa convertire un rifiuto in un nuovo materiale o in un nuovo oggetto dello stesso valore. Il suo scopo è recuperare i materiali di scarto e trasformarli in materiali riutilizzabili. Significa quindi dare una nuova vita a un prodotto dopo averlo distrutto. L’unico difetto di questo metodo è il grande dispendio di energia necessario. Questo processo è un fattore molto importante per la conservazione delle risorse naturali e dà un enorme contributo al miglioramento dell’ambiente. Il riciclo è possibile acquistando prodotti che possono essere riciclati, trovando sempre un modo per riutilizzare diversi materiali, acquistando prodotti creati da materiali riciclati, riciclando i contenitori e limitando il più possibile l’acquisto di materiali pericolosi perché impossibili da riciclare.

Rigenerare prevede il riutilizzo di scarti e rifiuti, senza distruggerli, per dare vita a prodotti che abbiano un valore maggiore. Rigenerare è un tipo di riciclo che permette al nuovo prodotto di valere di più rispetto a prima, perché non solo avrà una nuova vita e una nuova forma, ma soprattutto un nuovo scopo.

Riusare si riferisce ad un’azione immediata e significa riutilizzare un oggetto, un attrezzo, una cosa che non è ancora diventato rifiuto con la stessa finalità per cui era già stato utilizzato. Può essere definito come uno stile di vita, un atteggiamento mentale e culturale che porta inevitabilmente a trasformarsi in una vera e propria attività economica ne ha la capacità di reinventare e di ricollocare prodotti e beni ancora riutilizzabili.

Recuperare è inteso soprattutto come recupero di energia. La parte dei rifiuti non riciclabile e/o non riutilizzabile, invece, può essere trasformata in energia termica e/o elettrica negli impianti di termovalorizzazione, sempre in alternativa all’uso della discarica.

Ridurre è la “strategia vincente” a lungo termine. Per questo motivo le principali decisioni in tal senso devono essere effettuate dalla politica, che deve definire le corrette linee comportamentali (e non) da seguire per poter mettere in pratica una concreta riduzione all’origine dei rifiuti. A livello di singolo cittadino, un’azione sicuramente utile è quella di scegliere prodotti con imballaggi ridotti e/o riutilizzabili, oppure di provvedere e diffondere la cultura dell’acquisto di prodotti sfusi o a ridotta presenza di imballaggi a perdere.

Raccogliere si riferisce alla raccolta differenziata che avviene attraverso la separazione dei rifiuti prodotti, per categorie di materiali e di imballaggi. Seguendo le linee dettate dalle amministrazioni locali, utilizzando i corretti contenitori e attraverso le differenti modalità a disposizione (porta a porta, contenitori stradali, isole ecologiche), l’obiettivo è quello di ridurre il volume finale dei rifiuti da destinare alle discariche e di risparmiare materie prime ed energia.

 

Trova aziende e prodotti

Video - Borma Wachs