Quanto è importante la manutenzione del legno?

  • 23 Dicembre 2020

Le qualità intrinseche e costruttive del legno sono note e fanno sì che questo materiale venga impiegato sia nella realizzazione di mobili e di complementi d’arredo, sia nella costruzione di veri e propri edifici. Ma quanto conta la giusta manutenzione, sia in esterni che in interni? Stando alle dichiarazioni che abbiamo raccolto da alcune delle principali aziende italiane specializzate nella produzione di vernici per legno, emerge come quest’ultima sia fondamentale da un punto di vista strutturale e da un punto di vista estetico, a patto che si seguano le norme più rigorose e si scelgano cicli, prodotti e modalità applicative corrispondenti.

“Per quanto riguarda il legno in esterno – spiega Armin Hofstätter (Amonn) – dobbiamo considerare l’aggressione da parte di agenti biologici (funghi e insetti) e atmosferici (raggi solari, pioggia e umidità). Se il legno viene posto in situazione tale da poter asciugare rapidamente, la manutenzione è puramente una questione estetica, in caso contrario l’aggressione da funghi distruttori nel tempo porterà al suo marcimento. È chiaro che nel caso in cui il legno sia posto in una situazione a rischio la manutenzione è doverosa ed è doveroso assicurarsi di utilizzare cicli protettivi che abbiano dimostrato la loro efficacia in ottemperanza delle norme europee. Cito in primis i test da eseguire secondo la norma EN 599, per passare all’approvazione del Ministero della Salute e dell’ECHA tramite Regolamento Bicocidi”.

“Una corretta manutenzione è imprescindibile per mantenere inalterati nel tempo tanto l’aspetto estetico quanto le prestazioni e la valenza strutturale di un materiale come il legno”, dichiara Marta Feroni (Colorificio Feroni).

“Il legno ha ottime proprietà come materiale da costruzione”, dichiara Tobias Plankensteiner (Jota). “È flessibile, forte, resistente all'umidità e persino al fuoco. Ha un impatto ecologico notevolmente migliore rispetto ad altri materiali come il PVC. Naturalmente, nella scelta del legno deve essere utilizzata la specie giusta per lo scopo giusto e lo stesso vale per i sistemi di verniciatura”.

“La manutenzione è fondamentale”, conferma Lucio Pantaleo De Cillis (Sherwin Williams). “Per dare una protezione che sia completa e duratura nei confronti di umidità, sbalzi di temperatura, esposizione alla luce e alle intemperie, degradazioni biologiche, è essenziale utilizzare prodotti di qualità, ad alto contenuto tecnologico, che possano garantire una maggiore durata nel tempo e abbiano la capacità di risolvere ogni esigenza di natura applicativa”.

 “La cura e la pulizia dei manufatti verniciati con prodotti dedicati – aggiunge Giorgio Berton (Sirca) – permettono di avere superfici meno sensibili all’aggressione di sostanze comunemente utilizzate in ambiente domestico, come cibi e bevande, e sostanze chimiche inquinanti presenti in atmosfera”.

“La manutenzione è una fase importantissima, tanto quanto lo sono la scelta del prodotto giusto e le modalità di applicazione”, afferma Teresa De Luca (V33). “Le condizioni climatiche, i raggi UV e tanti altri fattori esogeni possono indebolire le fibre, causando diverse problematiche, dallo sgretolamento fino all’ingrigimento delle stesse. Ecco perché rinnovare il legno almeno ogni due anni consente di evitare che il supporto possa deteriorarsi al tal punto di non riuscire più a riportarlo allo stato originale”.

“Il legno è naturale, è caldo e va protetto, necessita di una protezione e di una manutenzione”, sostiene Paolo Testa (Vernites). “Personalmente penso che i kit di manutenzione a disposizione del consumatore, proprietario di serramenti e mobili in legno, siano fantastici, facili da usare e allungano la vita dei manufatti in maniera considerevole”.

 

leggi def

Trova aziende e prodotti

Video - Borma Wachs