Le regole d’oro del rivenditore di successo

  • 02 Maggio 2022

Cosa serve a un rivenditore per diventare un rivenditore di successo? Ve lo raccontiamo su Colore & Hobby, dall’osservatorio privilegiato delle tante interviste realizzate negli anni.

A partire dalla nostra esperienza, abbiamo dipinto un affresco di come ci sembra debba essere un rivenditore di successo. Un punto vendita di successo dev’essere innanzitutto specializzato. La specializzazione fa da file rouge a tutte le attività apprezzate e riconosciute sul mercato: significa avere una visione imprenditoriale e non solo commerciale.

Professionalità e relazioni umane sono altre due aspetti che condizionano molto l’andamento dell’attività, in particolare il rapporto con i clienti. Per quanto riguarda il know-how, il consumatore di oggi è più informato di una volta: fa ricerche online e sa cosa gli serve quindi il rivenditore specializzato non può farsi trovare impreparato. Un consiglio quindi è quello di aggiornarsi, seguire i corsi, testare i prodotti e avere voglia di continuare a imparare.

Importantissimo è anche l’aspetto relazionale: l’accoglienza, la cortesia, l’educazione e, più in generale, l’empatia che si riesce a creare fanno sentire i clienti importanti e al centro dell’attenzione. Allo stesso modo è fondamentale far scattare la voglia di frequentare il negozio. La pubblicità è uno strumento essenziale: volantinaggio, affissioni, campagne radio e social… I modi per farsi conoscere sono moltissimi. E poi ci sono gli open day, incontri, corsi di formazione ed eventi di intrattenimento per coinvolgere un pubblico ampio. Infine, l’utilizzo di promoter e figure professionali che lavorano su target specifici come studi tecnici e imprese può essere molto vantaggioso.

Da non dimenticare anche l’estetica: i layout dei negozi vanno curati con attenzione da tutti i punti di vista, dalla pulizia alla disposizione dei prodotti fino all’illuminazione e alle vetrine. Esiste perfino una vera e propria disciplina a proposito: il visual merchandising aiuta a mettere in atto strategie per massimizzare le vendite curando la presentazione degli ambienti e delle merci seguendo regole precise. Così come accattivante dev’essere il negozio virtuale: la digitalizzazione è improrogabile e il sito web è da organizzare nei contenuti in modo chiaro e che faccia capire con immediatezza i punti di forza del marchio.

Anche i Social Network sono una componente importante. Le piattaforme più diffuse sono Facebook, Instagram, Telegram e Linkedin e serve essere presenti con un’identità ben definita. In fatto di e-commerce sembrano più riusciti i tentativi in cui si crea un link tra il negozio digitale e quello fisico, per esempio utilizzando il punto vendita come luogo per il ritiro dell’acquisto online. Questo diminuisce la difficoltà di organizzare un e-commerce in proprio, tra problemi di logistica e organizzazione.

 

leggi def

Trova aziende e prodotti

Video - V33