Stencil, decorazioni d’effetto

  • 03 Giugno 2022

Lo stencil è una tecnica decorativa semplice da impiegare e dai risultati sicuri e originali. Può essere utilizzata per il fai da te o da decoratori professionisti. Ecco una mini guida completa!

La decorazione con stencil non è appannaggio solo del fai da te. Anche i professionisti, infatti, quando devono replicare dei pattern molto precisi, li utilizzano come strumenti indispensabili.

In commercio, però, si trova un’infinità di stencil. È dunque fondamentale capire quali scegliere. Una buona qualità è determinante perché possano essere lavati e riutilizzati, così da risparmiare e replicare la stessa decorazione più volte. I migliori sono quelli più spessi, fatti di materiale flessibile e praticamente indistruttibili. Inoltre, è meglio prediligere quelli che intorno alla decorazione hanno un bordino rialzato, così da avere meno sbavature. Gli stencil sono applicabili su muri, mobili e tessuti. Per iniziare è necessario avere a portata di mano anche colori acrilici o idropittura o altro materiale con cui si intende creare lo stencil, nastro di carta e, per gli stencil riposizionabili, colla spray e un tampone. Affinché uno stencil possa essere riutilizzato è importante assicurarsi di pulirlo correttamente con sapone neutro e una spugna non troppo abrasiva e di riporlo tra due cartoni per conservarlo ben piatto.

La tecnica di applicazione monocolore è tra le più facili da realizzare. Bisogna appoggiare lo stencil sulla superficie. Quelli dotati di colla sul retro aiutano a lavorare con precisione. Per essere più sicuri è possibile fermare lo stencil con del nastro di carta. Per applicare il colore si possono utilizzare di tubetti di acrilico già dotati di tampone, una spugnetta che si impregna di colore. Con questi basta premere con delicatezza per far fuoriuscire il colore e tamponare sullo stencil picchiettando. In alternativa è possibile utilizzare un pennello per stencil oppure un tamponcino o una spugna: appoggiare il colore su un piattino sporcare, lo strumento, scaricare il prodotto in eccesso e procedere con l’applicazione. In entrambi i casi, la tecnica prevede di picchiettare in modo perpendicolare alla superficie con piccoli tocchi. La parte più complessa è il bordo: per un’ottima riuscita è importante evitare di andare con il colore sotto la mascherina. Una volta terminato, lo stencil andrà rimosso e sarà necessario aspettare che la decorazione si asciughi completamente. Per una decorazione bicolore si procederà nello stesso modo, ma si dovrà coprire solo una parte della superficie con il primo colore e completare la decorazione con il secondo, andando a sovrapporre leggermente i due.

È preferibile non caricare troppo colore, meglio rimanere più scarichi ed eventualmente aggiungere una seconda passata. In questo caso, attenzione però a non rimuovere la mascherina: è impossibile rimetterla esattamente nella stessa posizione. Per lavori di grande particolarità, è possibile creare il proprio stencil fai da te. Si può stampare su un foglio l’immagine scelta e ricalcarla con carta trasparente. Poi intagliarla con un taglierino, ricordandosi di eliminare le parti che andranno colorate.

 

ascolta podcast

Trova aziende e prodotti

Video - Rigo

Video - Covema