Dixi: “il regolamento biocidi è un’opportunità per la chimica”

  • 01 Aprile 2019

Il settore dei prodotti chimici è soggetto, nell'ambito dell’Unione Europea e dunque anche in Italia, a normative sempre più impegnative e stingenti, orientate a una sempre maggiore tutela del consumatore.

La maggior parte delle aziende italiane coinvolte più o meno direttamente da questa evoluzione delle regole comunitarie, però, non si è lasciata cogliere impreparata e ha saputo rispondere con rapidità ed efficacia a questa nuova sfida. Tra queste, c’è anche Dixi, che in vista dell’entrata in vigore del regolamento sui biocidi ha dato avvio a un importante piano d’investimenti volto alla certificazione del Muffa Stop, prodotto di punta dell’azienda reggiana capitanata dall’infaticabile Wilmo Battilani.

La normativa, entrata in vigore ufficialmente a partire dal 1° gennaio 2019, impone a tutti coloro che utilizzano ipoclorito di sodio nei loro prodotti il rispetto di precisi parametri fissati dall’ECHA -l’autorità europea preposta alla gestione e controllo delle sostanze chimiche- nonché la certificazione di diversi esami di laboratorio comprovanti l’efficacia dello stesso.

La pratica autorizzativa è particolarmente complessa e al momento sono ancora in corso alcuni test di laboratorio che integreranno le informazioni già fornite all’ECHA e che verranno utilizzati dal Ministero della Salute per la definizione formale delle linee guida, le quali, data la complessità e le importanti implicazioni commerciali della normativa in questione, non sono ancora state definite in tutti i dettagli

Un aspetto interessante di questo percorso -gravoso ma necessario, dal momento che i prodotti che non hanno ottemperato a questa pratica autorizzativa non potranno più essere venduti a partire dal 1° luglio 2019- sarà la possibilità di commercializzare il prodotto con un’etichetta che riporti il claim “biocida”, importante garanzia di efficacia.

“La speranza nostra, e di tutte le aziende che insieme a noi si sono impegnate nell’ottenimento di questa importante certificazione, è che le nostre autorità riescano a vigilare sul mercato intervenendo in caso di vendita di prodotti che non rispettano le normative vigenti -afferma Battilani-. Siamo, insieme ad altre aziende del nostro settore, attivi presso le autorità competenti per sensibilizzare le stesse verso questo tipo di vigilanza, necessaria per valorizzare il nostro importante investimento in questa direzione”.

 

leggi def

Trova aziende e prodotti

Video - Radio Colore