Pixie: rivestimenti creativi a basso spessore

  • 06 Agosto 2020

Abbiamo parlato di...

Coniugare funzionalità e bellezza è sempre stato uno dei mantra del design industriale e Pixie ne è uno degli interpreti più autorevoli nel panorama italiano della decorazione.

Rifacendosi alla grande tradizione europea delle carte decorate, l’azienda propone infatti una gamma di rivestimenti decorativi dal design unico, progettati non soltanto per stimolare la creatività e la sensibilità estetica dei consumatori e dei progettisti più esigenti, ma anche e soprattutto per promuovere stili di vita più consapevoli e meno dannosi per il pianeta.

Nata più di trent’anni fa come impresa artigiana di decorazione, oggi, Pixie progetta e produce rivestimenti creativi a basso spessore, prodotti innovativi che favoriscono il benessere abitativo e una nuova ottica di vivere contemporaneo, pensati per integrarsi con le superfici e sviluppare unici ed esclusivi progetti di design.

“Pixie si rivolge agli architetti, ma anche ai nuovi consumatori -spiega il direttore commerciale Daniel Zaini-. In generale, a tutte le persone che desiderano staccarsi dall’ordinario, decidendo in autonomia il loro acquisto senza sottostare ai condizionamenti imposti dalle tendenze. Il nostro cliente ideale è un consum-autore: una persona che fa il suo acquisto concependolo come un’occasione di vita, una vera e propria esperienza. Il nostro consum-autore preferisce attendere qualche mese piuttosto che agire impulsivamente ed è disposto a investire qualcosa in più per acquistare un prodotto che sarà suo ‘fedele’ compagno per la vita. Il nostro cliente mette al centro di ogni suo acquisto il benessere o l’incontro tra utilità e bellezza che si traduce in una più alta qualità di vita. Per questo il sistema distributivo ottimale per Pixie è, senza dubbio, il distributore con showroom. Lo showroom, infatti, è un grande punto di attrazione dove è più facile poter coinvolgere il cliente in un’esperienza di acquisto ricca di emozioni e informazioni che crea un grande valore aggiunto e incentiva l’interazione fra cliente e prodotto”.

Motivo per cui alla base della produzione di Pixie c’è la creatività, vera chiave per la personalizzazione richiesta dal contract. “In un mondo dominato dalla produzione di massa -conferma Zaini- in Pixie siamo naturalmente votati alla personalizzazione. Ogni collezione viene realizzata su misura, riprogettata assecondando le esigenze progettuali, contestualizzata e proporzionata alle superfici da rivestire, curata in ogni minimo dettaglio per integrarsi perfettamente con gli spazi e sviluppare il migliore impatto emozionale possibile. Grazie all’esperienza maturata nel tempo, alla continua ricerca di nuove idee e di nuove tecnologie, Pixie rappresenta oggi un valido partner per il complesso mercato del contract, i cui confini spaziano dal corporate al retail, dal marine al public space, dall’hospitality all’health care, passando anche dal residential”.

A ciò si lega anche il tema della sostenibilità ambientale, verso il quale Pixie è particolarmente sensibile. “Per noi innovare ha senso se il risultato dell’attività di ricerca è sostenibile -afferma Zaini-. In un mondo in cui le risorse sono sempre più scarse e il problema dell’impatto ambientale delle attività produttive è sempre più grave e sentito. Materie prime naturali, tecnologie sostenibili (basso consumo di energia, zero emissioni di inquinanti), prodotti completamente riciclabili a fine vita: questi i pilastri sui quali poggia l’approccio eco-compatibile di Pixie. Crediamo che il vero valore di una società sia sviluppare progetti a basso impatto ambientale e d’innovazione tecnologica. In quest’ottica siamo convinti che il traguardo da raggiungere sia orientare la tecnologia verso la direzione della sostenibilità e di un coerente modello di sviluppo”.

 

leggi def

Trova aziende e prodotti

Video - Covema