Cersaie 2018: un’edizione da record

  • 10 Gennaio 2019

I numeri del Cersaie di quest’anno parlano chiaro: la manifestazione bolognese si conferma ancora una volta come un appuntamento fondamentale per il mercato globale della ceramica e dell’arredobagno.

Nei cinque giorni della fiera, tenutasi a da lunedì 24 a venerdì 28 settembre, gli ingressi totali sono stati 112.104, con un incremento dello 0,4% rispetto all’edizione dell’anno scorso. Il dato più importante, però, è quello relativo alla crescita dei visitatori internazionali (+1,6%), che hanno raggiunto 54.025 presenze, mentre quelli provenienti dall’Italia sono stati 58.079, in lieve flessione rispetto al 2017 (-0,6%) e pari al 51,8% del totale dei visitatori.

La superficie espositiva, già esaurita con mesi di anticipo, ha raggiunto in questa edizione i 161.000 metri quadrati, con un incremento di 5.000 metri quadrati dovuto a tre nuovi padiglioni che sono risultati perfettamente all’altezza di una manifestazione internazionale del livello di Cersaie. Gli espositori sono stati in tutto 840, 314 dei quali aziende provenienti da 40 Paesi. Il comparto più rappresentato è stato quello delle piastrelle di ceramica con 452 imprese, seguito dall’arredobagno che, con 181 espositori, ha confermato la sua centralità nell’ambito della manifestazione.

Grande è stata anche l’attenzione dei media per il salone, testimoniata dalla presenza, nel corso dei cinque giorni, di 889 giornalisti e dalle 13 partecipatissime conversazioni dei ‘Caffè della Stampa’, che hanno visto dialogare i direttori di altrettante testate su temi di attualità insieme a ospiti illustri provenienti dal mondo del design e dell’architettura.

 

leggi def

Trova aziende e prodotti

Video - Covema