Colorè 2021, nuovo appuntamento con la fiera del colore

  • 27 Ottobre 2020

Il mondo del colore, delle finiture e dell’edilizia leggera attende l’ormai prossimo appuntamento con la seconda edizione di Colorè, che si svolgerà dall’11 al 13 febbraio 2021 presso i padiglioni di Piacenza Expo. Molto più di una semplice occasione di business, la manifestazione biennale piacentina intende piuttosto presentarsi come un evento di formazione e informazione rivolto a tutti gli attori della filiera, con un approccio il più possibile inclusivo, capace di coinvolgere anche settori più “laterali” rispetto alle finiture, tra cui i sistemi costruttivi a secco.

Sia per quanto riguarda le aziende partecipanti che la ricca attività convegnistica che accompagnerà la fiera, grandi protagonisti di Colorè 2021 saranno due delle più imponenti misure volte a risollevare le sorti dell’edilizia professionale, particolarmente colpita dalle conseguenze economiche del lockdown: il Bonus Facciate e il Superbonus. Misure che Giuseppe Cavalli, amministratore unico di Piacenza Expo e principale responsabile del progetto Colorè, non esita a definire “un vero e proprio tsunami per l’edilizia italiana, potenzialmente in grado di rilanciare completamente il settore”. A ciò si affiancherà un’attenzione particolare verso il tema della sicurezza del costruito, affrontato soprattutto dal punto di vista delle più recenti normative antincendio e della protezione passiva dal fuoco.

“La prossima edizione di Colorè -dichiara Cavalli- non sarà solo un’occasione, per i visitatori e per le aziende che parteciperanno all’iniziativa, di espandere il proprio giro d’affari. Al contrario, la dimensione commerciale sarà affiancata da un’agenda di momenti d’incontro e appuntamenti collaterali, convegni, meeting e dimostrazioni pratiche che verteranno sugli aspetti più sentiti dal settore. Oltre ai già citati incentivi fiscali per rilanciare l’edilizia, al centro delle attività formative proposte da Colorè ci sarà la professionalità di pittori edili, applicatori e posatori, vista come chiave per elevare il livello dell’edilizia italiana, che può già vantare tecnologie e materiali di qualità. In questo senso, sarà molto preziosa la partecipazione degli ordini professionali di architetti, geometri e ingegneri, e di associazioni di categoria, che hanno aderito con entusiasmo al progetto. Una delle parole chiave di Colorè 2021 sarà ‘formazione’, perché solo la formazione permette di valorizzare tutto quello che le aziende stanno proponendo in questo momento”.

Da questo punto di vista, oltre al coinvolgimento del Consorzio Cortexa, che metterà a disposizione il suo know-how e le sue competenze nell’ambito di una serie di iniziative di formazione dedicate all’isolamento termico e ai bonus edilizia, e degli ordini professionali, da segnalare è anche la partecipazione di UNIEP, l’associazione internazionale delle imprese di imbiancatura/decorazione, che organizzerà il suo convegno nazionale proprio a Piacenza, di ANVIDES, l’associazione nazionale delle imprese di verniciatura, imbiancatura, restauro, decorazione, stuccatura e finiture edili in genere, che tratterà il tema della certificazione del pittore edile, e di AITIVA, che, oltre al tradizionale AITIVA DAY, presenterà anche i risultati di un progetto di ricerca intrapreso in collaborazione con l’Università di Genova. L’associazione, ormai parte integrante del progetto Colorè, sarà poi protagonista di un panel di formazione che, interrogandosi sul futuro del colore e sulle nuove tendenze dell’abitare, andrà dalle materie prime al prodotto finito.

Trova aziende e prodotti

Video - Icorip