TermoK8 IVAS, sistemi a cappotto antincendio

  • 25 Novembre 2021

IVAS, presente sul mercato dal 1953, ormai da quasi 50 anni progetta e produce cappotti di grande qualità, anticipando le tendenze.

Ecco le parole del responsabile R&S Tecnologie Edilizie IVAS e membro della Commissione Tecnica Cortexa, l’ingegnere Elisabetta Pili: “Un sistema a cappotto certificato, come TermoK8 IVAS, costruito secondo criteri e standard molto rigorosi e posato a regola d’arte, non brucia né propaga un incendio anzi rappresenta, al contrario, un’eccellente protezione dell’involucro degli edifici, anche dal fuoco”.

La sicurezza degli edifici è un requisito di base previsto dal Regolamento Prodotti da Costruzione 305/2011 che si applica sia ai singoli materiali da costruzione, sia alle soluzioni tecnologiche adottate, come il sistema a cappotto, sia alle strutture realizzate. La norma armonizzata EN 13501-1 definisce i metodi di valutazione e le relative classi di reazione al fuoco dei prodotti da costruzione, compresi tutti i componenti di un Sistema a Cappotto, dotati quindi di specifica marcatura CE che vengono classificati nel loro insieme e condizioni finali d’esercizio così come previsto dalle Valutazioni Tecniche Europee ETA (secondo EAD 040083-00-0404 già ETAG 004).

“IVAS -sottolinea Pili- garantisce un’ampia scelta di sistemi che si fregiano di tutti i requisiti e appartengono a classi di reazione al fuoco migliorative rispetto a quella prevista dalla “guida per la determinazione dei requisiti di sicurezza antincendio delle facciate negli edifici civili” redatta dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco (classe B,s3-d0 in accordo alla decisione della Commissione europea 2000/147/CE ).”

Vediamo, più nel dettaglio, quali sono le classi di reazione al fuoco.

Il sistema di classificazione si basa su 7 Euroclassi, identificate con le lettere A1, A2, B, C, D, E e F.

A fianco dell’Euroclasse sono state inserite altre due sottoclassi, relative alla produzione dei fumi (“smoke” - s) e al gocciolamento (“dropping” - d) in fase di incendio, all’interno delle quasi si evidenziano 3 differenti livelli di partecipazione: Smoke - da s1 (produzione molto limitata di fumo) a s3 (elevata produzione ardenti) a d2 (presenza di gocce per un tempo non limitato)-.

L’ingegner Pili ci spiega che: “La combinazione di queste classi determina il comportamento al fuoco dei materiali che costituiscono il cappotto, ma anche del sistema termico stesso. È facile quindi verificare, per esempio, come una lastra di EPS ricada in classe di reazione al fuoco, mentre un sistema TermoK8 in EPS è certificato in classe B,s1-d0”.

I sistemi a cappotto IVAS certificati al fuoco sono realizzati con lastre isolanti in polistirene espanso EPS, poliuretano PIR, resina fenolica PF e aerogel, oltre che dotati di valutazioni tecniche europee ETA, e conseguono, grazie alla natura dei loro componenti (come il rasante cementizio specificamente formulato in classe A1), la classe di reazione al fuoco B,s1-d0. Mentre tutti i sistemi TERMOK8 IVAS a composizione minerale realizzati con lastre isolanti in lana minerale MW roccia o vetro, dotati di valutazioni tecniche europee ETA, conseguono la classe di reazione al fuoco A2,s1-d0.

In questo contesto appare doveroso ricordare che in Italia, in materia di normative vigenti che obbligano all’uso di sistemi a cappotto classificati al fuoco, esiste il Decreto del Ministero dell’Interno del 25/01/2019. I suoi obbietti sono la limitazione della probabilità di propagazione di un incendio originato sia all’interno sia all’esterno dell’edificio e la caduta di parti di facciata che possono compromettere l’esodo in sicurezza e l’intervento delle squadre d’intervento. Come requisito minimo di reazione al fuoco per le “facciate semplici” il Decreto individua l’uso di prodotti isolanti in classe B,s3-d0.

 

leggi def

Trova aziende e prodotti

Video - Nanotech inside®