Amik: pittura silossanica che non ‘fa crepe’!

  • 21 Maggio 2021

Quali sono gli additivi giusti per formulare una pittura silossanica per esterni che non faccia crepe nemmeno applicata a macro-spessori?

Amik, distributore per il mercato italiano delle materie prime di HPF The Mineral Engineers Quarzwerke, sa che le pitture per esterni a base di resine silossaniche vengono spesso applicate con diversi spessori a causa dell’irregolarità dell’intonaco e tendono a spaccarsi già in fase di evaporazione ed essiccamento. Per questo richiede materie prime con uno spessore di film secco fino a 900 µm che non faccia crepe e micro-cavillature. Per ottenerle, è necessario l’uso mirato di cariche ad alte prestazioni che garantisce una migliore resistenza 3D della pittura senza crepe anche con spessori elevati e l'uso di extender funzionali con struttura lamellare e aghiforme che consente di raggiungere uno spessore applicato necessario privo di crepe. Ma come si comportano le cariche ad alte prestazioni nelle pitture per esterni silossaniche? Sono state testate la farina TREMIN® Wollastonite ad aghi lunghi -con e senza rivestimento superficiale- e la farina Mica Muscovite a forma di “platy” ovvero lamellare. I risultati mostrano che rispetto a una Mica Muscovite standard, la prevenzione delle crepe è sensibilmente migliorata soprattutto da TREMIN® 939-100 USST.

Alcune formulazioni di riferimento, basate su una dispersione polimerica acquosa, hanno costituito la base per la serie di test. La Mica standard, contenuta nella formulazione, è stata sostituita dalla Mica Muscovite in ragione del 3% in peso e dalla TREMIN® Wollastonite. Per la completa disaerazione del formulato è stato scelto un miscelatore SPEED che ha eliminato tutte le microbolle, causa di eventuali successive fessurazioni. Il PVC ammontava al 76% in volume e il contenuto di solidi al 58,5% in peso. La pittura per facciate in resina silossanica è stata applicata a forma di cuneo mediante una spatola (da 100 μm a 3.000 μm) (ZEHNTER ZUA 2000) e un dispositivo di trafilatura automatico (ZEHNTER ZAA 2300) su una piastra di acciaio DC04B (200 x 150 x 0, 05 mm) dell'azienda Krüppel. La velocità di applicazione è stata di 12 mm/s. La vernice è stata applicata da destra a sinistra ad angolo retto rispetto al lato corto. I campioni sono stati conservati 2 giorni a una temperatura costante di 22-23 °C e posti in area protetta. Trascorso tale tempo il film si è asciugato e si è potuta valutare la tendenza a spaccarsi (mud-cracking). Le cariche funzionali utilizzate soddisfacevano tutti i requisiti e non c’è stata nessuna fessurazione inferiore a 900 µm di spessore del film secco.

Lo spessore massimo del film secco superiore a 1.500 µm si ottiene con TREMIN® 939-100 USST ovvero con la Wollastonite post-trattata con Ammino Silano. Con il TREMIN® 939-300 AST Wollastonite silanizzata e più fine si ottiene uno spessore del film inferiore di 1.175 μm, ma rispetto al prodotto di riferimento è, comunque, di 105 μm più elevato.

Uno spessore dello strato di 1.100 µm senza fessurazioni può essere prodotto con TREMIN® 939-300 non trattato in superficie. È quindi 30 µm superiore allo standard.  Va sottolineato che un rivestimento superficiale contenente il TREMIN® Wollastonite come metasilicato di Calcio, migliora significativamente la prevenzione delle crepe. Con la Mica Muscovite è possibile ottenere uno spessore dello strato superiore di 1.120 µm senza fessurazioni. Per determinare l’influenza del TREMIN® Wollastonite e della Mica Muscovite sul potere coprente, la pittura per facciate a base silossanica è stata applicata su un cartoncino bianco e nero, 140 x 254 mm, n. E-2810 di Byk-Gardner, con un applicatore automatico ZAA 2300 ad uno spessore di 100 μm. Dopo la completa asciugatura, il potere coprente è stato determinato da Microflash 200D di Datacolor per l'illuminante D65/10.

Le Wollastoniti più fini TREMIN® 939-300 e TREMIN® 939-300 AST mostrano una copertura maggiore rispetto al tipo più grossolano TREMIN® 939-100 USST. Sia i prodotti TREMIN® che la Mica Muscovite hanno una copertura solo marginalmente inferiore rispetto alla mica standard.

La misurazione della brillantezza viene eseguita utilizzando una geometria a 85 ° (micro-TRI-gloss di BYK-Gardner) su uno sfondo di prova nero. La brillantezza (sheen) dei campioni del TREMIN® Wollastonite e Mica Muscovite testati sono assolutamente comparabili.

Le Miche Muscoviti testate alternativamente e con i diversi tipi di TREMIN® Wollastonite, non apportano variazioni cromatiche significative al colore rimanendo del tutto confrontabili alla formulazione di riferimento. Gli extender utilizzati, ovvero, Mica Muscovite e TREMIN® Wollastonite, non presentano fessurazioni con uno spessore del film secco <900 µm.

Grazie al trattamento superficiale degli extender HPF QUARZEWERKE, lo spessore del film secco senza fessurazioni può essere notevolmente migliorato. TREMIN® 939-100 USST mostra la migliore prevenzione delle fessurazioni anche con uno spessore del film di 1.500 µm.

I migliori risultati dei test per quanto riguarda la protezione dalle fessurazioni combinata con la copertura sono stati ottenuti utilizzando le miche muscoviti e il TREMIN® Wollastonite 939-300 AST.

Tutti gli additivi sopra descritti possono essere facilmente incorporati nella formulazione!

Trova aziende e prodotti

Video - RÖFIX Italia