Colore e benessere abitativo nell’Hospitality

  • 23 Novembre 2021

Il colore debutta nell’Hospitality con la coinvolgente mostra/agorà Hotel Regeneration, organizzata dal celebre architetto Simona Micheli in collaborazione con Sigma Coatings, brand di PPG Architectural Coatings Italy.

Di questa affermazione del colore come protagonista degli ambienti anche nel mondo dell’ospitalità abbiamo parlato con Francesco Pezzo, Customer Specification Advisor di PPG Architectural Coatings Italy.

La scelta cromatica della prestigiosa mostra, organizzata in occasione del Fuorisalone milanese nel Lambrate Design District, fa riferimento alle raffinate selezioni cromatiche racchiuse nei Colour Trends di PPG.

“Il progetto del colore in un hotel -ci spiega Pezzo- deve tenere presente una serie di esigenze specifiche del settore: fedeltà del colore, resistenza del prodotto e sostenibilità”. E sono proprio queste esigenze a portare alla selezione sempre più accurata di prodotti innovativi, eco-friendly e dalle comprovate prestazioni. “Comprare meno e comprare meglio” sembra essere il nuovo mantra, a detta di Francesco Pezzo. D’altronde è il paradigma stesso di benessere e di bellezza che è cambiato: “Oggi, lo studio funzionale del colore è legato all’idea che il colore sia l’elemento che quotidianamente ci dà sostengo, soddisfa i nostri bisogni e nel quale ritroviamo i valori che ci fanno evolvere -continua Pezzo-”.

E in questo contesto l’hotel è lo spazio abitativo per eccellenza perché risponde a esigenze ben precise e immediatamente fruibili.

Sulle nuove tendenze, da segnalare c’è sicuramente la connessione con la natura: “Lo spazio esterno -commenta ancora Pezzo- entra nello spazio interno con colori morbidi e avvolgenti, che coccolano con i rosa dell’abbraccio materno e i verdi della terra. Lo spazio è minimal e la matericità è essenziale”.

Le pareti non sono più bianche, ma si riempiono di colori che sorprendono e ci fanno tornare bambini. Naturalmente la scelta delle tinte rimane legata anche alle singole esigenze: colori forti, aranci e gialli fluo per l’hôtellerie che si rivolge ai giovani; i rosati e le acque marine per gli spazi accoglienti; tinte dense e di fascino per una clientela più ricercata e tradizionale.

Al di là dei singoli casi, una cosa accomuna tutti: “L’esigenza di rendere il colore sostenibile risponde al mercato di oggi: parola d’ordine inquinare meno con resine non derivanti dal petrolio -spiega Pezzo-. E PPG è già presente sul mercato con queste innovative tecnologie!”.

Insomma, il colore non è più soltanto una scelta cromatica, ma definisce il benessere ambientale. Per questo le aziende non possono limitarsi a proporre una collezione colore, ma devono dirigersi verso scelte che migliorano la qualità della vita dei loro clienti. Progettare il colore significa proprio tenere conto di questi aspetti.

 

leggi def

Trova aziende e prodotti

Video - Nanotech inside®