“Proteggi ciò che ami”: la campagna Cortexa per il cappotto termico

  • 29 Ottobre 2020

Quando il tema dell’efficienza energetica in edilizia è approdato con forza dall’Europa in Italia, alla fine degli anni ’90, e il sistema a cappotto ha iniziato a interessare un pubblico più vasto, la discussione ruotava principalmente attorno ad aspetti tecnici e alla capacità del cappotto termico di consentire un notevole risparmio energetico. Anche Cortexa, agli albori della sua attività, destinava gran parte delle proprie risorse per raggiungere, informare e formare soprattutto i progettisti, divulgando conoscenze tecniche relative alla corretta progettazione e posa del sistema, attività che continua tutt’oggi ma che si è arricchita con un portafoglio più ampio di temi e obiettivi. Da allora la situazione è profondamente cambiata, le conoscenze si sono estese lungo tutta la filiera fino al consumatore finale e benessere e salubrità, oltre che risparmio energetico, sono oggi temi centrali quando si parla di edilizia residenziale.

Già dall’anno scorso Cortexa aveva già recepito fortemente questo cambiamento, sviluppando strumenti e contenuti specifici non più solo per il progettista, ma anche per le imprese e, soprattutto, per i privati, con l’obiettivo di metterli nella condizione di compiere scelte informate relativamente alla qualità dei materiali e degli interventi per la costruzione e ristrutturazione della loro casa. La nuova campagna di comunicazione “Proteggi ciò che ami” rappresenta un ulteriore passo in questa direzione.

“Mentre le nostre attività dedicate a professionisti e imprese continuano a pieno ritmo -afferma Andris Pavan, attuale presidente dell’associazione- attraverso l’approccio tecnico che contraddistingue Cortexa, la campagna ‘Proteggi ciò che ami’ vuole, con un messaggio volutamente emozionale, toccare la sensibilità di una platea più ampia: vogliamo far sì che il bisogno che questi esprimono per delle abitazioni più salubri, sostenibili e confortevoli possa incontrare la sua risposta naturale, ossia l’efficientamento dell’involucro edilizio secondo rigorosi criteri di qualità. Da qui nasce l’idea di sviluppare un concept di comunicazione che potesse trasmettere in maniera empatica, e non più solo tecnica, l’intero ventaglio di benefici che il sistema a cappotto di qualità può garantire: dalla salubrità al comfort, dalla protezione acustica al benessere, dal risparmio energetico al valore dell’immobile che aumenta e si preserva nel tempo. Il cappotto non è solo un modo per risparmiare sulla bolletta, ma un gesto d’amore per proteggere la casa, la salute, gli affetti e gli investimenti”.

 

leggi def

Trova aziende e prodotti

Video - Icorip