Reggio Emilia, l’impegno di Litokol per il carcere della Pulce

  • 10 Settembre 2019

Nel 2018 il comune di Reggio Emilia ha lanciato un importante progetto di carattere sociale incentrato sul tema del diritto alla bellezza che ha coinvolto l’istituto penitenziario della città emiliana, conosciuto localmente con il soprannome di carcere della Pulce.

L’iniziativa ha portato avanti l’idea del recupero dei luoghi in cui, giorno per giorno, si svolge la vita dei detenuti. Tra questi, anche la cucina dell’istituto, particolarmente segnata dal tempo e dall’usura e perciò bisognosa di una significativa ristrutturazione.
All’iniziativa ha partecipato anche Litokol, mettendo a disposizione del progetto prodotti come il promotore di adesione Prepara Fondo, l’adesivo cementizio Powerflex K50 e il sigillante cementizio Litochrom 1-6. La posa in opera dei pavimenti e dei rivestimenti è stata effettuata in prima persona dai detenuti stessi sotto la supervisione di personale tecnico specializzato.
Per inaugurare la nuova cucina e raccogliere fondi per il recupero dell’area destinata all’accoglienza dei bambini, la scorsa primavera si è svolta la “cena al fresco”, un’iniziativa di solidarietà e inclusione sociale promossa nell’ambito del già citato progetto comunale. Per l’occasione, lo chef stellato Luca Marchini, talentuoso chef del ristorante L’Erba del Re di Modena, ha cucinato insieme ai detenuti, preparando piatti di alta cucina per tutti i 420 “ospiti” dell’istituto e per i 130 cittadini che hanno cenato con loro.

 

leggi def

Trova aziende e prodotti

Video - Litokol