Coronavirus: l’ANCE chiede la sospensione dei cantieri

  • 17 Marzo 2020

Dopo aver chiesto al governo un provvedimento che consenta alle imprese edili di poter sospendere tutti i cantieri vista l’impossibilità di assicurare, nella stragrande maggioranza dei casi, le misure di sicurezza indispensabili per tutelare la salute dei lavoratori e contenere la pandemia in atto, il presidente dell’ANCE Gabriele Buia ha scritto una lettera aperta in cui si ribadisce l’opportunità delle misure eccezionali adottate dall’esecutivo e, allo stesso tempo, la necessità di un provvedimento ad hoc per il settore dell’edilizia.

Nella lettera, che fa eco a un comunicato divulgato qualche giorno fa, Buia auspica che tra i provvedimenti attualmente al vaglio per sostenere il tessuto produttivo italiano gravemente danneggiato dall’emergenza sanitaria vi siano la possibilità di estendere il ricorso agli ammortizzatori sociali, la sospensione e la ricalendarizzazione degli adempimenti e dei versamenti tributari, previdenziali e assistenziali in scadenza e una moratoria “effettiva e automatica” dei debiti delle imprese edili.

 

approfondisci def

Trova aziende e prodotti

Video - Colore & Hobby