Il business emotivo di Aierbit e Akzo Nobel

  • 25 Luglio 2022

Due realtà con modelli e approcci assimilabili che si sono trovate e riconosciute in un connubio dall’incastro perfetto e che, per questo, insieme e all’unisono, si sono presentate al mercato: così Nellino Iervolino, titolare di Aierbit, definisce la nuova collaborazione della sua azienda con Akzo Nobel.

Una vera e propria partnership d’oro, dalle grandissime potenzialità: “Oggi per raggiungere i nostri obiettivi di crescita possiamo contare sulla qualità di Akzo Nobel e sulla sua importante collaborazione con tecnici e imprese, sugli ingenti investimenti pubblicitari che l’azienda fa, sulla capacità di organizzare incontri tecnici e promozioni locali. Questo è il modello Sikkens ma è anche l’approccio di Aierbit a livello territoriale: la creazione di quello che definiamo un ‘business emotivo’, cioè la capacità che Aierbit ha sempre avuto di creare legami forti con la committenza, si è sposata perfettamente con il lavoro che Akzo Nobel -con Sikkens ed Herbol- ha strutturato nella provincia e sul territorio in vent’anni”, racconta Nellino. Una svolta che viene vissuta come una grande opportunità anche dalla clientela, che potrà beneficiare a pieno dei molti plus dei prodotti Akzo Nobel. “La vera sfida sarà portare con Sikkens ed Herbol un valore aggiunto al nostro core business avellinese sugli esterni: oggi con il know how di Akzo Nobel e la credibilità di Aierbit non ci sono limiti!”, continua. “Aierbit, che è presente sugli esterni con il 60% del suo business, aveva bisogno di un partner esperto e capace di seguire il cliente con sopralluoghi in cantiere e l’affiancamento giusto. In questi anni Sikkens ha fatto molto anche sul consumer: dall’allestimento al merchandising, dalla cura del layout con il ColorWall alla comunicazione dedicata, sono tutti strumenti che vengono dati al rivenditore per essere più attrattivo nei confronti del consumatore privato. Questo ci apre nuove porte, perché riusciremo ad essere più performanti anche con i privati, che troveranno qui un ambiente a loro dedicato.”

Da questa nuova partnership nasce anche un modello commerciale smart e molto funzionale: il modello distributore-satelliti del colore. “Da sempre Aierbit ha scelto di concentrare le proprie energie su un punto vendita unico”, spiega Nellino, “e in accordo con Akzo Nobel abbiamo valutato l’idea di trovare dei satelliti collegati a noi, dove inserire il colore e la tintometria. Così facendo il partner-satellite diventa strategico anche per Aierbit, perché non si perdono vendite in queste zone e riusciamo a posizionarci su un nuovo mercato che non avremmo raggiunto. In accordo con il distributore di riferimento, le realtà più piccole -di prossimità e meno specializzate- fanno capo al distributore principale per la gestione di alcune merceologie, poi tutto il servizio -rete agenziale, committenza, assistenza tecnica- è quello di Akzo Nobel. Aierbit ha sposato subito il sistema: alla rivendita-satellite che fa parte del progetto fanno capo i dieci paesini circostanti, ai quali Sikkens fornisce direttamente ma che fanno riferimento anche a noi come polmone logistico.” Si tratta quindi di una situazione win-win: “Sikkens incrementa il giro d’affari ma anche i distributori allargano la propria influenza. Al di là del risvolto economico, questo modello riafferma il ruolo centrale di noi rivenditori come specialisti che vanno in supporto -sia tecnico che commerciale- a negozi despecializzati. Tutto ciò è possibile grazie alla sinergia tra Aierbit e Akzo Nobel!”, conclude Nellino.

Quella tra Aierbit e Akzo Nobel è quindi una sinergia ottimale che riesce a trovare le soluzioni giuste e più all’avanguardia permettendo non solo una continua crescita, ma anche di raggiungere l’eccellenza.

Leggi la storia completa di Aierbit e della sua nuova collaborazione nell’intervista su Colore&Hobby

 

leggi def

Trova aziende e prodotti

Video - Borma Wachs

Video - New Lac