Eurocolor: da bottega a impresa con l’aiuto di Sikkens

  • 20 Dicembre 2019

Milano Color raddoppia, anzi triplica. Sì, perché quando si tratta di Mirella Stefanizzi le cose si fanno esplosive! Infatti, l’imprenditrice del colore più vulcanica dell’hinterland milanese ha deciso di allargare ulteriormente la sua area di influenza a sud di Milano e da Trezzano sul Naviglio ha raggiunto Vigevano e San Martino Siccomario, oltre Pavia, con l’acquisizione di Eurocolor, un colorificio storico con due punti vendita, consolidato e radicato nelle rispettive zone di riferimento.

Un’operazione imprenditoriale importante, sicuramente impegnativa e senz’altro molto strategica, che Mirella affronta con la grinta che la caratterizza e la sicurezza di avere alle spalle un grande partner, AkzoNobel, che la appoggia e la accompagna in questa nuova sfidante avventura. L’obiettivo? Trasformare Eurocolor in un’impresa con un approccio manageriale, rafforzarne il posizionamento e dare nuovo corso a una realtà storica che ha bisogno di operare un cambio di passo per restare competitiva su un mercato evoluto come quello di oggi.

“Abbiamo acquisito un colorificio che ha le problematiche del negozio storico e che deve passare da bottega a impresa -spiega Mirella Stefanizzi-. Tutto ciò richiede un cambiamento fondamentale di strategia e un lavoro importante a livello di identità: Milano Color ha una forte identità, Eurocolor non l’aveva e quindi va costruita. Lo facciamo con collaborazioni forti, con AkzoNobel, che è un partner estremamente consolidato su cui facciamo affidamento. Credo molto in questa partnership, avere AkzoNobel come alleato è stato un elemento importante nella mia scelta di portare avanti un impegno come questo. Non abbiamo semplicemente voluto mettere un’altra bandierina sul territorio, ma ripensare un’attività in maniera imprenditoriale, manageriale, produttiva: la sfida è quella di far evolvere davvero il centro. L’alleanza con AkzoNobel ci dà la forza di convertire e far evolvere una struttura già esistente, di cui dobbiamo salvaguardare alcuni aspetti e cambiare tutti gli elementi che non funzionano più, efficientandone la gestione si crea un nuovo business”.

Dal punto di vista della comunicazione, il cambio di passo ha coinciso con un cambio d’immagine importante, una proposta pulita e ordinata, contemporanea, un’evoluzione anche estetica e una proposta di innovazione attraverso strumenti visivi importanti. “Anche in questo -continua Stefanizzi- avere Sikkens dalla propria parte aiuta, perché sull’immagine l’azienda ha lavorato molto in questi anni, avvicinando i distributori al privato. Ci sentiamo molto vicini a Sikkens da questo punto di vista perché ci permette di conservare l’immagine premium che vogliamo avere, ci dà la possibilità di dare un’immagine chiara sul mercato. Ho sempre pensato che le aziende e i rivenditori da soli non possano arrivare al successo: il fornitore non può fare a meno del distributore e viceversa, insieme queste due forze funzionano e si potenziano in maniera esponenziale. Sikkens è un partner importante, sono da sempre una donna Sikkens e credo fortemente nel lavoro che possiamo fare insieme, significa avere una spalla importante, è una partner vincente che stimola tante idee. Insomma, abbiamo fatto un grande passo, i progetti sono tanti ma ci piacciono le cose fatte bene, vogliamo dare un’immagine alta di noi e quindi seguire bene i punti vendita e consolidare il lavoro fatto”.

 

leggi def

Trova aziende e prodotti

Video - Radio Colore