Edilizia pubblica: le stime ANCE per il 2019

  • 12 Maggio 2020

L’Associazione Nazionale dei Costruzioni Edili (ANCE) ha recentemente pubblicato un osservatorio congiunturale sull’industria delle costruzioni che fa il punto della situazione su un settore strategico per l’economia italiana ma che –proprio come quest’ultima, di cui è inevitabilmente il riflesso– sta attraversando una fase decisamente critica che si protrae da almeno un decennio. Dopo aver pubblicato le stime relative agli investimenti in edilizia privata sostenuti l’anno scorso [clicca qui], vediamo la situazione dell’edilizia pubblica.

Per gli investimenti in costruzioni non residenziali pubbliche si stima nel 2019 un primo incremento del 2,9% in quantità. Le misure messe in campo dal governo negli ultimi anni sembrano, finalmente, produrre i primi effetti sul livello degli investimenti. A livello locale, per esempio, la spesa in conto capitale sta effettivamente registrando degli aumenti (+16% nei primi dieci mesi del 2019) grazie allo sblocco degli avanzi di amministrazione degli enti locali e ai programmi di spesa previsti nelle ultime leggi di bilancio.

Con riferimento all’andamento dell’intero comparto delle opere pubbliche, accanto alla buona performance degli enti locali, le ultime analisi dell’ANCE confermano però il permanere di difficoltà e incertezze nel comparto delle grandi infrastrutture per ‘colossi’ come Anas e Ferrovie dello Stato, a causa dell’accumularsi di ritardi rispetto alla programmazione.

Le dinamiche appena descritte si inseriscono in un andamento positivo dei bandi di gara per lavori pubblici, in atto ormai da tre anni. Anche il 2019 si è chiuso con un ulteriore incremento negli importi banditi (+25,7% su base annua), a fronte di una battuta di arresto del numero (-4,8%). A trainare la dinamica particolarmente positiva in valore sono soprattutto le grandi opere, che sono tornate a rappresentare una quota importante della domanda dei lavori pubblici, pari al 30% del totale.

Trova aziende e prodotti

Video - Radio Colore