×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 342

Imprese: sono sempre di più quelle straniere

  • 01 Novembre 2019

Secondo quanto divulgato l’estate scorsa dal Censis, le imprese straniere non conoscono crisi.

In Italia sono infatti 447.422 i titolari d’impresa nati all’estero, pari al 14,6% degli imprenditori attivi nel nostro Paese. L’81% proviene da un Paese extracomunitario e per il 23% dei casi si tratta di donne. Tra il 2010 e il 2018, mentre gli imprenditori italiani diminuivano del 12,2% sotto i colpi della crisi, gli imprenditori stranieri sono aumentati del 31,7%. E sono anche più giovani: il 71,6% ha meno di 50 anni, mentre tra gli italiani gli imprenditori under 50 sono il 44,3% del totale.
Al primo posto tra le regioni italiane per presenza di imprese straniere c’è la Lombardia, dove gli imprenditori nati all’estero sono 81.355. Seguono il Lazio (53.829) e la Toscana (43.832). Se invece si considera l’incidenza degli stranieri sul totale degli imprenditori, al primo posto sale la Toscana, dove rappresentano il 21,4% del totale. Roma guida la classifica tra le province, con 45.511 imprenditori stranieri, seguita da Milano (36.489) e Torino (20.692). Ma Prato è al primo posto per incidenza, dato che qui il 46,9% dei titolari d’impresa è nato all’estero, seguita da Milano (29,3%), Firenze (26,9%) e Roma (26,2%).
Sono 146.905 i titolari stranieri di un esercizio per la vendita al dettaglio, 25.901 sono attivi nella ristorazione. Nell’industria al primo posto si trovano i 114.322 stranieri titolari di un’impresa di costruzioni. Gli imprenditori marocchini sono 64.690 e sono attivi soprattutto nel commercio. I cinesi sono 50.899, attivi nel commercio, nel tessile e nella ristorazione. Rumeni (47.964) e albanesi (31.425) si sono specializzati nei lavori edili.

Trova aziende e prodotti

Video - Radio Colore