Legno ed edilizia: un binomio da approfondire

  • 26 Marzo 2018

Il ruolo del legno nel mondo dell’edilizia è sempre più oggetto delle attenzioni dei produttori di prodotti vernicianti, consapevoli che alla sua funzionalità costruttiva e prestazionalità estetica devono fare da contraltare pitture e vernici che siano all’altezza di un materiale così nobile.

“Purtroppo, anche se il legno come materiale da costruzione è in costante crescita, il mondo delle pitture vernicianti non va di pari passo”, constata Armin Hofstätter, marketing manager di Amonn. “Come altri materiali da costruzione, anche il legno ha bisogno di avere non solo un’ottima qualità, ma anche un’estetica ricercata e di conseguenza ai prodotti vernicianti che vengono applicati si richiedono performance elevate soprattutto per le resistenze all’esterno, anche a fronte degli elevati costi per la manutenzione nel tempo”, chiosa Michele Feroni, direttore commerciale e vendite di Colorificio Feroni.

I driver di sviluppo di questo comparto passano dunque attraverso la continua ricerca di nuove soluzioni tecnologiche -sempre più indirizzate ad aumentare resistenza e protezione dei manufatti-, l’attenzione al valore decorativo delle pitture e delle vernici e il rispetto delle più attuali e cogenti normative a proposito di sostenibilità e tutela dell’ambiente.

“Nel mondo contemporaneo si avverte ancora una forte dicotomia tra ‘chimico’ e ‘naturale’, anche se, a nostro avviso, i due concetti devono trovare un accordo etico, morale e materiale, con l’obiettivo di ottenere un impatto zero nei confronti di ogni forma presente in natura e dunque anche nei confronti dell’ambiente -commenta Davide Lelli, responsabile vendite di V33-. L’argomento risulta comunque la maggior sfida e il maggior impegno che le aziende produttrici dovranno considerare, affrontare e tener conto nel loro futuro per rimanere dei solidi player nonché punti di riferimento in questo mercato”.

Per quanto riguarda, invece, l’attività distributiva e l’utilizzo dei prodotti vernicianti per legno le parole d’ordine sono formazione e facilità d’uso con l’obiettivo di creare delle competenze professionali in grado di apprezzare e comunicare il valore dei prodotti e di mettere a punto pitture e vernici di grande qualità ma di semplice utilizzo.

“Nonostante le generalizzazioni siano spesso fallaci, devo riconoscere che mediamente i distributori italiani non brillano per cultura sul legno -osserva Lucio Pantaleo De Cillis, direttore commerciale di Sherwin Williams-. Non è solo colpa loro: i supporti in legno sono oggettivamente complessi da trattare, a causa delle molteplici variabili che interagiscono, e ciò comporta necessariamente una conoscenza qualificata e una grande esperienza maturata sul campo”.

“Formazione e competenze sono le chiavi di successo del settore. Le conoscenze devono riguardare sia le problematiche generiche che riguardano il settore della protezione del legno, le conoscenze dei vari tipi di materiali e dei loro utilizzi, ma anche conoscenze specifiche dei prodotti chimici e segnatamente di quelli che si intende utilizzare”, aggiungono da Brava.

 

leggi def

Trova aziende e prodotti

Video - Duco